lunedì, 3 Ottobre, 2022
Home Blog Pagina 3

Pagani: celebrazioni in ricordo del Beato Tommaso Maria Fusco

In città è tutto pronto per festeggiare il 21esimo anniversario della “beatificazione” di Tommaso Maria Fusco. Le Figlie della carità del “Preziossissimo Sangue” anche quest’anno insieme alla Forania hanno stilato un programma religioso a cui prenderà parte anche il Vescovo, Monsignor Giuseppe Giudice. Il programma prevede dal 4 al 6 Ottobre, il Triduo di preparazione della festa presso la Chiesa di San Francesco di Paola, alle ore 18:30 la recita del Santo Rosario animato dalle suore e alle ore la Santa Messa con predicazione di Don Gaetano Ferraioli. Dopo la celebrazione, ogni sera tutti i fedeli si recheranno presso la Cappella del Beato per la preghiera per la canonizzazione. Venerdì 7 Ottobre è la giornata dei festeggiamenti, che prevede la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo, al termine della quale sarà possibile ricevere la “Benedizione Papale” in occasione dell’anno giubilare e lucrare l’indulgenza plenaria. Ad animare la liturgia del 7 ottobre ci sarà la Corale della parrocchia di San Francesco di Paola. Le suore del Preziossissimo sangue invitano tutta la comunità paganese a partecipare a questo momento religioso e di pregheria dedicato a Tommaso Maria Fusco, proclamato “beato” da Papa Giovanni Paolo II il 7 Ottobre 2001.

Come si vota il 25 settembre: il vademecum di Radio Base

Il 25 settembre, dalle 7:00 alle 23:00, i cittadini italiani maggiorenni saranno chiamati a scegliere il futuro Parlamento italiano, cioè chi sarà eletto alla Camera dei Deputati e chi al Senato della Repubblica.

Per votare, sarà necessario portare con sé, all’indirizzo del seggio e alla sezione del proprio comune di residenza, che sono riportati sulla personale tessera elettorale, Carta di identità (anche scaduta), o un altro documento di identificazione munito di fotografia, e Tessera elettorale.

Prima di entrare nella cabina elettorale, il telefono dovrà essere consegnato al seggio, con sanzioni per chi non rispetterà questa disposizione.

Per la prima volta tutti potranno votare sia alla Camera che al Senato.

Per le seconda volta dopo le elezioni politiche del 2018, gli italiani si troveranno a votare con la legge elettorale del Rosatellum, un sistema elettorale misto per Camera e Senato.

Un terzo circa dei parlamentari è eletto in collegi uninominali (dove ogni schieramento presenta un solo candidato), mentre circa due terzi in collegi plurinominali (dove ogni schieramento presenta più candidati), con liste bloccate.

I collegi sono le porzioni di territorio in cui è diviso un Paese, e servono a collegare gli eletti a un determinato territorio, per responsabilizzarli rispetto agli interessi della popolazione.

Come da riforma costituzionale approvata in questa legislatura, nelle prossime camere ci saranno meno parlamentari: da 630 a 400 deputati e da 315 a 200 senatori (di cui 4 eletti all’estero).

Prima di entrare nella cabina elettorale, agli elettori saranno consegnate due schede: una rosa (Camera dei Deputati) e una gialla (Senato della Repubblica).

Il voto può essere espresso:

facendo una X sulla lista che si vuole votare.

In questo caso, il voto andrà al candidato nel collegio uninominale collegato.

facendo una X sia sulla lista, sia sul nome in alto del candidato nel collegio uninominale collegato.

facendo una X solo sul nome in alto del candidato al collegio uninominale.

In questo caso, il voto sarà ripartito tra le liste collegate, proporzionalmente ai voti ricevuti nel collegio.

Se viene votato un candidato al collegio uninominale e poi una lista non collegata a quel candidato, il voto non sarà valido.

Fonte immagini schede elettorali: Will Media.

Agro solidale: voucher per la prima infanzia

L’azienda Consortile “Agro solidale” ha pubblicato un avviso per i “voucher” dedicati alla prima infanzia. Il voucher prevede una riduzione della retta pagata dalle famiglie presso nidi e/o micronidi privati accreditati dell’Ambito S01_3. La domanda deve essere presentata entro e non oltre il 14 ottobre alle ore 14:00, esclusivamente on-line sul sito dell’ Azienda Consortile Agro Solidale, www.agrosolidale.it – Area riservata. “Il voucher prima infanzia – fanno sapere dall’azienda di Via Pittoni – consiste in un riconoscimento economico utilizzabile per la riduzione delle rette per la prima infanzia, nidi e micro nidi accreditati, determinato in relazione all’ISEE della famiglia richiedente. I destinatari sono i nuclei familiari di minori residenti nei 4 Comuni dell’Ambito Territoriale S01-3 , Pagani, San Marzano sul Sarno, San Valentino Torio e Sarno con figli da 3 a 36 mesi, frequentanti per l’anno educativo 2022/2023, una delle strutture accreditate dell’Ambito S01-3. I cittadini residenti provenienti da paesi extracomunitari devono essere titolari di permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno. L’Ambito riconoscerà alla famiglia un voucher mensile da settembre 2022 a luglio 2023, che coprirà parzialmente il costo mensile della retta dichiarata dai soggetti accreditati, fino ad un massimo di € 500,00 mensili per la frequenza a tempo pieno e fino ad un massimo di € 300,00 per la frequenza part-time, 5 ore giornaliere per 5 giorni a settimana”.

Sarno: donna aggredita in strada. La salva una coppia

La scorsa notte, alle 2:30 circa, a Corso Vittorio Emanuele a Sarno, quella che è cominciata come una una discussione, è sfociata in un litigio, e poi, in un’aggressione vera e propria.

La vittima, una donna, che, dopo aver tentato di allontanarsi dall’auto in cui sarebbe scoppiata la discussione con il fidanzato, è stata aggredita dallo stesso, venendo strattonata, presa a schiaffi, e colpita con una mazza, prima, e con una bottiglia rotta, poi.

A quel punto l’arrivo della coppia, che, di passaggio, ha assistito alla scena di violenza, è intervenuta e ha salvato la ragazza.

Nel mentre, una serie di passanti e presenti che filmavano l’accaduto.

Poco dopo, l’arrivo degli agenti di polizia, che hanno portato il giovane al Commissariato locale, dove è stato denunciato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

La donna, invece, è stata trasferita all’ospedale di Sarno.

In merito alla vicenda è intervenuto anche il sindaco Giuseppe Canfora, che ha voluto esprimere solidarietà nei confronti della vittima, e un ringraziamento nei confronti della coppia e degli agenti che sono intervenuti per salvare la vittima.

Sarno: le parole del sindaco Canfora sul piano viabilità

Il sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, chiarisce nuovamente, ai nostri microfoni, la situazione sul piano di viabilità.

Di seguito l’intervista integrale:

Regione Campania: “voucher sportivi” alle famiglie

Nell’ambito del “Piano sociale” della Regione Campania presentato nei giorni scorsi, che prevede sostegni alle famiglie e alle imprese della Campania, è stato pubblicato il bando relativo all’erogazione del Voucher Sportivo, così da agevolare le famiglie appartenenti a fasce di reddito medio-basse.

Il progetto prevede lo stanziamento di un contributo pari a 400 euro per ogni minore rientrante nella fascia d’età tra i 6 e i 15 anni.

Hanno aderito al progetto oltre 630 associazioni e società sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI o dal CIP, il cui elenco è stato pubblicato sul sito dell’Agenzia Regionale Universiadi per lo Sport, al seguente link: VOUCHER SPORTIVO PER LE FAMIGLIE – Universiade 2019 Napoli.

L’ARUS, in quanto soggetto attuatore delle misure di welfare sportivo, ha attivato sul proprio sito una piattaforma dedicata alla compilazione della domanda online al seguente indirizzo web: https://www.universiade2019napoli.it/voucher-sportivo-alle-famiglie/.

Con un importo complessivo di 7 milioni di euro, dunque, la Regione punta ad agevolare la pratica motoria e sportiva dei minori, con priorità a quelli con disabilità fisico-motoria, cieca, sorda e intellettiva.

Intervista a Raffaele Rosa dell’UICI Salerno

Ai microfoni di Radio Base il presidente provinciale dell’associazione Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Salerno, Raffaele Rosa.

Rosa ci ha illustrato quelli che sono gli eventi realizzati in questa estate e ha anticipato alcuni tra quelli in programma.

Di seguito l’intervista integrale:

Pagani: pronta la bollettazione Tari 2022

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Lello De Prisco, comunica alla cittadinanza che è partita la bollettazione Tari per l’anno 2022. Il pagamento è disponibile online attraverso il servizio telematico #Linkmate, collegandosi al seguente indirizzo internet www.comunedipagani.it/linkmate/tributi_linkmate.asp . Per venire incontro alle esigenze della cittadinanza, l’avviso Tari è stato rateizzato in 4 rate a partire dal mese di settembre, con rate a seguire il 16 ottobre, il 16 novembre e il 16 dicembre. Per chi voglia è possibile effettuare il pagamento anche in un’unica soluzione. Per coloro che non hanno ancora ricevuto la bollettazione cartacea per eventuali disservizi ascrivibili al recapito postale degli avvisi di pagamento TARI 2022, o siano in ritardo e non abbiano possibilità di effettuare il pagamento online, sarà possibile effettuare il pagamento della prima rata o della rata unica anche oltre il termine, ovviamente senza alcun aggravio di ulteriori spese. “Al fine di facilitare la fruizione dei servizi erogati dall’ufficio tributi, – si legge in una nota del Comune – nell’ambito della digitalizzazione che sta investendo tutti i servizi erogati dagli uffici dell’ente, si sottolinea la possibilità di effettuare il pagamento comodamente online, previa registrazione con SPID sull’area dedicata sul sito del Comune di Pagani, con l’inserimento delle informazioni relative alla propria posizione debitoria. Attraverso il servizio Linkmate, il cui link è presente sulla home del sito istituzionale nella colonna a destra, è possibile verificare gli importi dovuti ed i versamenti eseguiti per l’anno 2022 e pregressi, di accedere a tutta la modulistica dell’ufficio, e tanto altro ancora, senza necessità di recarsi presso gli sportelli dell’ufficio tributi. Il servizio è completamente gratuito”.

Legambiente: presentata l’Agenda ai partiti

Nella giornata di ieri, l’associazione ambientalista Legambiente ha inviato ai partiti della prossima legislatura l’Agenda, un documento suddiviso in 20 aree tematiche, che prevede riforme e interventi sulla transizione ecologica e che hanno al centro la lotta alla crisi climatica, l’innovazione tecnologica, il lavoro e l’inclusione sociale.

Sono 100 in totale le proposte di riforme e interventi che Legambiente ha inserito, i cui contenuti si traducono in:

  1. nuove leggi da approvare, come quelle sull’eliminazione dei sussidi alle fonti fossili, sul consumo di suolo, sul riordino dei bonus edilizi, in materia di lotta alla gestione illecita dei rifiuti, alle illegalità lungo le filiere agroalimentari, e per la tutela della fauna e della flora protette;
  2. semplificazioni;
  3. velocizzazione degli iter autorizzativi, a partire dagli impianti a fonti rinnovabili e dell’economia circolare; 
  4. approvazione di decreti attuativi mancanti, da quelli sull’end of waste per il riciclo a quelli della legge di recepimento della direttiva RED II sulle rinnovabili, sull’agricoltura biologica o sui controlli del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente (SNPA), solo per citarne alcuni.

L’Agenda, presentata oggi a Napoli dal presidente nazionale di Legambiente Stefano Ciafani e dal quello regionale Mariateresa Imparato, alla presenza dei rappresentanti dei principali partiti (Fratelli D’Italia, Pd, Lega, Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Azione, Verdi, Sinistra Italiana, Impegno Civico), e a una rappresentanza delle imprese e delle principali associazioni di volontariato e del Terzo settore, riguarda anche azioni utili ad affrontare le storiche vertenze presenti nella nostra regione.

A partire dalla bonifica dei territori che vanno da Napoli Est a Bagnoli, alla Terra dei fuochi, fino al territorio del bacino idrografico del Sarno.

Proposte necessarie anche per completare quelle che rischiano di diventare invece “le eterne incompiute” nella nostra regione, dal ciclo di depurazione delle acque, a quello dei rifiuti, fino alle misure utili a migliorare la qualità dell’aria.

Tutti settori e materie che vedono la Campania bocciata dall’Europa e sotto procedura di infrazione con ripercussioni importanti per le tasche e la salute dei cittadini.

Infatti, come si evince nella nota, per rendere La Campania e il Mezzogiorno un vero e proprio hub nazionale della produzione di energie rinnovabili, occorre promuovere un programma straordinario di realizzazione di impianti a fonti rinnovabili, realizzando un numero considerevole di grandi impianti industriali e di comunità energetiche, sviluppando al massimo l’eolico a terra e offshore, il fotovoltaico sui tetti e sulle aree compromesse, il moderno agrivoltaico che garantisce l’integrazione delle produzioni agricole con quella energetica senza consumo di suolo.

Servono misure obbligatorie per migliorare la qualità dell’aria e liberare interi territori dal nemico invisibile, lo smog. Per questo bisogna sicuramente rafforzare il trasporto pubblico, perché la qualità dell’aria insieme a quella dell’abitare passa anche per l’efficientamento energetico delle abitazioni e degli edifici pubblici per bloccare sprechi e dispersioni di calore.

«L’agenda è una sfida politica per la nostra regione, perché mira a far diventare la transizione ecologica la nuova politica industriale del Paese, quella priva di ricatti per i cittadini, di scelte tra salute e benessere. Ci sono le soluzioni per cambiare il nostro modello economico e convertirlo. I della nostra regione vogliono giocare questa partita?» – afferma Mariateresa Imparato.

A queste parole si aggiungono quelle di Stefano Ciafani, che afferma: «Nei prossimi cinque anni il nuovo esecutivo non potrà permettersi gli errori commessi dal governo Draghi, che si è caratterizzato per una narrazione in negativo della “rivoluzione green”, paragonata a un bagno di sangue, per le politiche orientate alla diversificazione dei paesi da cui ci approvvigioniamo di gas fossile e non per quelle finalizzate alla riduzione delle bollette e della nostra dipendenza dall’estero, puntando su semplificazioni efficaci e iter autorizzativi veloci di impianti a fonti rinnovabili e dell’economia circolare, nuovi accumuli e reti. Da parte di tutti i partiti, a cominciare da quelli che sosterranno il prossimo governo, ci aspettiamo più coerenza rispetto allo storico voto unanime del febbraio scorso, che ha portato all’inserimento nella Costituzione della tutela dell’ambiente, della biodiversità e dell’interesse delle future generazioni».

San Marzano sul Sarno: manutenzione di canali e corsi d’acqua

La giunta della sindaca di San Marzano, Carmela Zuottolo, continua a monitorare le attività di manutenzione sui canali e corsi d’acqua effettuate dal consorzio di bonifica del fiume Sarno.

Gli interventi riguardano il canali Buonaiuto e rio Sguazzatorio, e proseguiranno fino a monte, compreso il canale Giovanardi.

Per il ponte di via Marconi, attraversato dall’Alveo comune nocerino, il consorzio, su delega della Regione Campania, ha individuato un impianto autorizzato dove conferire i rifiuti abusivamente sversati nel canale, visto che l’impianto di Acerra non può ritirarli al momento. Allo stesso tempo, sono stati conferiti sei cassoni ed altri sono stati trasportati nella mattinata di venerdì, per un totale complessivo di circa 70 tonnellate.

Per il ponte di via Gramsci, invece, il consorzio ha progettato, appaltato ed eseguito il ripristino di un tratto delle due sponde dell’Alveo comune nocerino, i cui lavori saranno ultimati in breve tempo.

Infine, i parapetti del canale Fosso Imperatore, lungo il tratto finale in via Ugo Foscolo, verranno realizzati appena le condizioni ambientali permetteranno agli operatori consortili di operare in sicurezza e comunque prima dell’arrivo della stagione invernale.

Dopodiché, i lavori di manutenzione ordinaria con operai e mezzi meccanici consortili proseguiranno sui canali Mannara e San Mauro.

«Certamente, i rifiuti a monte del ponte Marconi si riformeranno sistematicamente anche dopo pochi giorni della rimozione se non si attua il Progetto Grande Sarno a opera della Regione Campania, dove sono contemplate opere strutturali di ingegneria idraulica e disinquinamento», afferma la prima cittadina, che tiene a ringraziare il consigliere comunale Gerolamo Oliva per l’impegno quotidiano sul tema.