mercoledì, 19 Giugno, 2024
HomeItaliaComunità montana Alburni, niente quote rosa. Lucia Vuolo (Gruppo PPE/FI): «Si rispettino...

Comunità montana Alburni, niente quote rosa. Lucia Vuolo (Gruppo PPE/FI): «Si rispettino le leggi e le donne!»

«Quanto siamo lontani dalla parità? Quanto bisogna ancora lottare per i diritti? Una società che si ritiene civile, libera, perbene rispetta le normative e, prima ancora, rispetta le persone. Quello che sta accadendo per la Comunità Montana Alburni dove non viene rispettato il principio di Pari Opportunità nella composizione dell’organo esecutivo sembra davvero negare tutto questo. Un atteggiamento politico e sociale prepotente, scorretto ed arbitrario davanti al quale non possiamo indietreggiare neppure di un passo. Anzi. Trovo vergognoso dover discutere di normative non ottemperate, ed è riprovevole parlare del mancato rispetto delle donne tanto da dover arrivare a ricorrere al TAR. Donne di merito e competenze, di empatia e formazione, di preparazione e meticolosità. Gli uomini hanno paura delle donne sui luoghi di lavoro? Non è violenza, non è un abuso anche veder negato un diritto sancito? Sono una persona che non ha neppure molto piacere a parlare di “quote rosa”, come se le donne dovessero essere così catalogate, caratterizzate. Sono a sostegno con forza e determinazione di questa battaglia, accanto alla consigliera Viola Cuomo di Roscigno, accanto al sindaco di Roscigno, Pino Palmieri, che presenterà ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale. Si ponga subito fine a questa scelleratezza portata avanti nella Comunità Montana Alburni, si rispettino le normative, si tutelino realmente le donne in ogni ambito, contro ogni sopruso, si riconosca la parità di opportunità che è prima di tutto parità di diritti civili in una società democratica».

A scriverlo, attraverso i propri canali social, l’europarlamentare PPE/FI Lucia Vuolo

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI