venerdì, 19 Luglio, 2024
HomeCampaniaTramonti, al via il progetto "Borgo del Gusto"

Tramonti, al via il progetto “Borgo del Gusto”

Tutto pronto per il progetto “Borgo del Gusto“, un’iniziativa organizzata da la Casa del Gusto di Polvica, in collaborazione con il Ministero della Cultura per il rilancio dei piccoli borghi, spesso culla di antiche tradizioni e patrimonio culturale inestimabile.

L’obiettivo è quello di rigenerare i piccoli borghi attraverso numerose attività, tra cui la promozione delle eccellenze culinarie di Tramonti e le sue bellezze paesaggistiche, con percorsi turistici esperienziali inediti e un hub enogastronomico.

Patrimonio Unesco dal 1997, insieme ai comuni della Costa d’Amalfi, Tramonti condivide con essa gran parte della storia, delle tradizioni e del paniere enogastronomico.

Il borgo è custode di una comunità antica, fatta di villaggi sparsi nel verde intorno a chiese e campanili, a formare un anfiteatro di colline e vallate.

Del resto, a suggerirlo è il nome stesso, a indicare proprio la configurazione del luogo in cui è situata, terra tra i monti, da cui “Intra Montes”.

In questo modo si concretizza l’effettivo incontro tra capitale umano, risorse locali e patrimonio materiale e immateriale di Tramonti, polmone verde della Costiera Amalfitana, con nuove opportunità per abitanti e turisti.

Come la possibilità di destagionalizzare i flussi turistici, rendendo così, la città, attrattiva per gli stessi abitanti, creando posti di lavoro, soprattutto per i più giovani.

La stessa Casa del Gusto si trasformerà in un centro di ricerca e di educazione alimentare, un polo didattico che coinvolgerà partner locali e nazionali, attirati dal futuro nascente museo della tradizione e della storia.

Il modello di governance e la creazione di una cooperativa di comunità favoriranno la gestione partecipata degli abitanti, che sarà garantita anche attraverso corsi di formazione per studenti di antichi mestieri e il progetto “Tramonti Borgo Gentile“.

Alla base del progetto c’è un partenariato pubblico-privato con CoopCulture, società leader nella gestione del patrimonio culturale e in promozione e valorizzazione del territorio per la progettazione dell’offerta turistica, l’organizzazione delle funzioni e dei servizi da attivare presso Casa del Gusto.

Oltre a questo, l’avvio di progetti di engagement della cittadinanza, la realizzazione di progetti digitali per la fruizione e l’ideazione di un piano di comunicazione e un percorso condiviso con altri partner pubblici e privati, per la progettazione e realizzazione di alcuni interventi con l’obiettivo di conferire al borgo una connotazione di destinazione autentica, con una spiccata vocazione agroalimentare.

Anche il Dipartimento di Architettura DIARC dell’Università degli Studi di Napoli Federico II darà il proprio supporto per l’attivazione dei laboratori sull’evoluzione della produzione tipica locale.

Invece, la comunità montana dei Monti Lattari si occuperà della progettazione degli spazi verdi presso la propria sede e dell’orto sperimentale della Casa del Gusto.

Dall’altra parte, l’Istituto Comprensivo G. Pascoli, insieme ai suoi studenti, darà il proprio prezioso contributo con progetti di formazione su tradizioni e antichi mestieri, conoscenza e valorizzazione del territorio, promuovendo comportamenti di cittadinanza attiva.

Tra gli altri partner spiccano la Fondazione Gambero Rosso con Gambero Rosso Academy, Sal de Riso, FadWine srls e il Distretto Turistico Costa d’Amalfi.

In più, a questi si aggiungono Elettrify S.r.l. per la mobilità sostenibile e accordi di valorizzazione, promozione e co-marketing con il Consorzio di Tutela limone Costa d’Amalfi, Associazione Pizza Tramonti e Associazione Centro Di Cultura e Storia Amalfitana.

In questo percorso condiviso troverà spazio tutto ciò che si muove intorno alle eccellenze e alla sostenibilità: consorzi di tutela, enti territoriali, imprese nazionali e locali, università, scuole e centri di ricerca, piccole produzioni di qualità, cittadini e turisti.

Dunque, la Casa del Gusto di Tramonti diventerà così un centro di formazione multidisciplinare (con focus specifico nel campo della formazione culinaria e dell’ospitalità), e un punto di riferimento per appassionati e professionisti del settore, desiderosi di sviluppare le proprie competenze ed accrescere il proprio know-how per operare con successo nel comparto enogastronomico di qualità.

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI