lunedì, 3 Ottobre, 2022
Home Attualità Economia: Bonus 200 euro autonomi e professionisti

Economia: Bonus 200 euro autonomi e professionisti

Manca davvero poco all’apertura dei termini per le domande del bonus 200 euro ad autonomi e professionisti. Probabilmente già da domani sarà possibile inviare le domande. Nel momento in cui scrivo la Corte dei Conti ha registrato il decreto del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, precisamente il 13 settembre ha dato il via libera e si attende a brevissimo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, dopo un paio di giorni sarà possibile inviare le domande per ottenere il bonus 200 euro. Se non ci saranno ulteriori ritardi burocratici dal 20 settembre è possibile inviare le istanze. Chiariamo subito che non si tratterà di un “click day” in quanto le risorse disponibili garantiscono la possibilità di ottenere il bonus a tutti gli aventi diritto, quindi non c’è necessità di affrettarsi a inviare le richieste. Le istanze saranno comunque evase in ordine cronologico. La scadenza è fissata per il prossimo 30 novembre ed il fondo iniziale di 500 milioni è stato aumentato di altri 100 milioni portandolo a 600 milioni.Si tratta ricordiamolo del contributo a sostegno contro l’inflazione e il caro-energia che i lavoratori dipendenti e i pensionati hanno già ricevuto dai datori di lavoro o dall’INPS in busta paga a luglio scorso.Per ottenere il bonus servono diversi requisiti: essere lavoratore autonomo o libero professionista e non titolare di pensione; non essere percettore del bonus sotto altre forme (come lavoratore dipendente o pensionato); non aver percepito nell’anno di imposta 2021 un reddito complessivo superiore ai 35 mila euro(esclusi la casa di abitazione, eventuali Tfr e competenze arretrate soggette a tassazione separata); essere iscritto, alla data di entrata in vigore del decreto-legge N. 50 del 18 maggio 2022 che ha introdotto la misura, a una delle gestioni previdenziali dell’INPS o degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza ed assistenza. Necessaria anche una partita Iva attiva al 18 maggio di quest’anno e almeno un versamento contributivo dal 2020 (se dovuto in base alle scadenze previste dal proprio ente previdenziale). I 200 euro non sono corrisposti in automatico ma si deve presentare apposita domanda alla propria Cassa contributiva o all’INPS. I moduli si trovano sui siti, nell’area riservata degli iscritti ma di fatto si tratta di un’autocertificazione dei requisiti con la quale il richiedente, sotto la propria responsabilità, dichiara di possedere tutti i requisiti necessari per ottenere i 200 euro, pena la mancata erogazione o la restituzione del bonus se già percepito. Il bonus arriverà sul proprio conto corrente, una volta effettuate le verifiche formali sui documenti inviati, ma in alcuni casi anche sui redditi 2021 se il dato è conosciuto.

Dr. Andrea Perrino  

Ordine Dottori Commercialisti di Nocera Inferiore
Commercialista – Tributarista
Revisore Contabile

Revisore degli Enti Locali CTU (Consulente Tecnico d’Ufficio) Tribunale di Nocera Inferiore

Docente formazione professionale

Giornalista Fisco e Tributi


- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

Artigianato Digitale: intervista ad Amleto Picerno

Ai microfoni di Radio Base, il co-founder di “Medaarch - Centro Artigianato Digitale”, Amleto Picerno. Picerno è venuto a...

Sarno: don Roberto Farruggio presenta la Festa dei Popoli

Ai nostri microfoni don Roberto Farruggio, parroco della Chiesa San Francesco d'Assisi di Sarno, che presenta la "Festa dei Popoli", un evento...

Nocera Superiore: Nuceria in bici tra natura ed arte

La Pro Loco Urbs Nuceria, patrocinata dall’amministrazione Cuofano, la giornata della Festa dei nonni, del 2 Ottobre 2022, ha organizzato un evento...

San Marzano: Zuottolo commenta l’incendio dell’auto di Pasquale Alfano

«Non si crede ad un complotto, ma spero che non ci siano regie occulte dietro tutto questo. Una cosa è certa: questa...