giovedì, 17 Giugno, 2021
Home Attualità Nuovi interrogativi sulla scuola a Maiori: per #maioridinuovo ora è tempo di...

Nuovi interrogativi sulla scuola a Maiori: per #maioridinuovo ora è tempo di pianificare

La consigliera comunale Elvira D’Amato ha espresso attraverso la pagina Facebook di #maioridinuovo, il gruppo di opposizione consiliare che l’ha vista candidata sindaco alle scorse amministrative, le proprie perplessità in merito alle strutture scolastiche cittadine:

“Aspettando la tanto agognata progettazione della nuova scuola di Via De Jusola, che ormai attende da anni, dobbiamo fare i conti con la programmazione del prossimo anno scolastico, ancora tutti nell’unica sede di Via Capitolo, ancora alle prese con le norme di sicurezza anti covid. Dai grandi ai piccoli problemi è tempo di programmazione”.

“Sono molteplici — ha spiegato la D’Amato — le necessità di interventi strutturali presso la scuola di Via Capitolo, dalla riparazione definitiva del lastrico solare alla sistemazione dell’ingresso per consentire un accesso più ordinato all’Istituto. Anche per il prossimo anno scolastico si pone il problema della consumazione dei pasti a scuola in sicurezza e in proposito non resta che scegliere il minore dei mali, ovvero la soluzione meno dannosa per gli alunni, già costretti tutto il giorno a frequentare le lezioni indossando la mascherina per difendersi dal virus”.

“Cosa si sta decidendo a proposito del servizio mensa?”, è uno dei principali interrogativi della consigliera, Vice Questore Aggiunto in quiescenza.

“I bambini — si è chiesta — avranno la possibilità di consumare un pasto caldo seduti in un ambiente sanificato o saranno costretti ad accontentarsi di un sacchetto pranzo da scartocciare rimanendo nel proprio banco?”

“È ora — ha dunque affermato la consigliera di minoranza — il tempo di accelerare ogni procedura per riaprire l’Istituto di Via De Jusola. È ora il tempo di intervenire per fare i lavori di miglioria presso l’Istituto di Via Capitolo. È ora il tempo delle pianificazioni di tutte le esigenze per il prossimo anno scolastico, in primis una mensa che osservi i criteri nutrizionali più adeguati alle esigenze degli alunni”.

“Non ci stupisce che ancora una volta le famiglie maioresi, dirette interessate nella gestione di tutte queste problematiche, non vengano informate e non siano chiamate a partecipare su questi temi. Siamo convinti che i genitori non debbano subire le decisioni che riguardano la Scuola e la vita dei loro figli senza essere coinvolti in ogni attività in corso che li riguardi. Partecipazione e Democrazia innanzitutto a partire dalla Scuola è quello che ribadiremo sempre, fino alla noia, convinti che è dalla Scuola che si possa ricominciare sempre a rinnovare le basi della nostra Comunità”, ha concluso Elvira D’Amato, garantendo:

“Noi faremo la nostra parte”

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

Pagani: cure termale a Contursi Terme dai 18 anni in su

Il comune di Pagani ha pubblicato un progetto destinato ai paganesi. I cittadini, dai 18 anni in su, potranno recarsi presso il...

Nocera Inferiore, Assunzione di 6 agenti di Polizia Municipale, lunedì in Consiglio il giuramento

Prima dell’ inizio dei lavori del Consiglio Comunale di lunedì 21 Giugno, alle ore 9.30 presso l’Aula consiliare del Comune di Nocera...

Cava Dei Tirreni, l’amministrazione di Bus Italia visita il nuovo terminal

Cava Dei Tirreni. Domani giovedì 17 giugno, alle ore 9.00, l’Amministratore di Bus Italia in Campania, Antonio Barbarino, farà visita al nuovo...

Coldiretti Campania, Mozzarella prodotto più taroccato. Loffreda: «Difendere l’immagine del nostro oro bianco con la qualità»

«La scritta mozzarella – denuncia Salvatore Loffreda, direttore di Coldiretti Campania – campeggia a caratteri cubitali e cirillici sulle confezioni in commercio...