lunedì, 10 Maggio, 2021
Home Attualità Campania, strutture ricettive usate per feste vietate: la denuncia dell'Abbac

Campania, strutture ricettive usate per feste vietate: la denuncia dell’Abbac

“Dayuse, strutture ricettive adoperate per pranzi e cene, feste, per evitare i limiti della zona rossa ed escamotage per vendere camere ad ore”, spiega Agostino Ingenito, presidente dell’Abbac e direttore dell’Osservatorio nazionale turistico, che chiede l’intervento urgente del Viminale e delle Prefetture e un’interrogazione parlamentare per sollecitare interventi normativi.

“Fenomeno in aumento dalla pandemia – sostiene Ingenito – con i limiti delle zone a colori, e che va regolamentato per ridimensionare anche l’enorme circuito di camere affittate per induzione alla prostituzione, gestito da circuiti bordeline di soggetti senza scrupoli e senza alcuna autorizzazione amministrativa.”

“L’ultimo caso a Bacoli, in provincia di Napoli – racconta – con una mega festa di 60 persone in una struttura, è solo la punta di un iceberg, fenomeno che avevamo denunciato a più riprese nel corso degli ultimi anni. Siamo preoccupati anche per un sistema ormai collassato delle verifiche e controlli con migliaia di appartamenti e camere vendute online sui maggiori portali internazionali di prenotazione. Occorre che il codice unico strutture ricettive sia obbligatorio su tutti i portali di annunci e piattaforme di prenotazione turistica, lo abbiamo chiesto  formalmente all’assessore regionale al turismo della Regione Campania, Casucci, e a tutti gli assessori competenti regionali. Il sistema è esploso, sono migliaia di annunci di pseudo strutture ricettive che anche in piena pandemia si propongono con soggiorni turistici ma che celano altre forme di ospitalità e non mancano, a nostro parere, precise organizzazioni anche criminali che stanno sfruttando la mancanza di turisti per ottenere a buon mercato la disponibilità di camere ed appartamenti, anche svenduti in molti casi addirittura con passaggi di licenze e scie amministrative che per le attività integrative del reddito non sono possibili”.

“Occorre un’azione mirata – conclude il presidente Abbac – ecco perché chiediamo un osservatorio al Ministero dell’Interno per arginare il grave fenomeno che rischia di far aumentare anche i contagi”.

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

Pagani, il Pegaso abbassa le saracinesche in segno di protesta

Il Centro Commerciale Pegaso aderisce alla protesta nazionale, in programma martedì prossimo, 11 maggio, alle 11.00, promossa dalle associazioni del commercio, ANCD-Conad,...

Regione Campania, Bonus Fitti 2029: question time del Consigliere M5S Cirillo

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Luigi Cirillo, ha interpellato la Giunta presieduta da Vincenzo De Luca, in merito al Bonus...

Capaccio Paestum: accordo con RFI per nuovo parcheggio alla stazione di Capaccio Scalo

La giunta comunale, presieduta dal sindaco Franco Alfieri, ha approvato la proposta contrattuale con Rete Ferroviaria Italiana per la concessione di una...

PNRR per la provincia di Salerno: la Ministra Carfagna e l’On. Casciello ne discutono con Confindustria

Come annunciato, questa mattina Confindustria Salerno ha ospitato la Ministra per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna, e il Consigliere...