mercoledì, 16 Giugno, 2021
Home Attualità Terapia genica Zolgensma con la Sma1, Agenzia italiana del farmaco approva rimborsabilità...

Terapia genica Zolgensma con la Sma1, Agenzia italiana del farmaco approva rimborsabilità della cura. Vuolo soddisfatta: «Farmaco messo a disposizione gratuitamente. Vittoria per l’Italia»

«Sono davvero contenta – esordisce Lucia Vuolo, europarlamentare ID/Lega -. In pochi mesi è nata un’azione collettiva silenziosa, ma determinata. Da Bruxelles, dopo essere stata ragguagliata da una famiglia, ho voluto inviare due lettere, una al dottore Magrini, direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco, e l’altra al Ministro Roberto Speranza. La risposta che abbiamo avuto è quella che l’Agenzia ha deciso per la rimborsabilità della terapia genica Zolgensma a carico del Servizio sanitario nazionale».

L’obiettivo era stimolare l’Agenzia Italiana del Farmaco a cambiare approccio sulla terapia genica Zolgensma, prodotta dalla Novartis, in uso sperimentale ai soggetti affetti da Sma1. L’innovativo farmaco viene infuso una sola volta nella vita del paziente e dovrebbe portare a risultati ben più compatibili e veloci di altre terapie. Fino a qualche giorno fa però, c’era un vincolo tutto italiano: nessuna rimborsabilità se non per pazienti più piccoli di 6 mesi. La decisione dell’Agenzia per la rimborsabilità della terapia genica Zolgensma a carico del Servizio sanitario nazionale per tutti i bambini affetti da Sma1 sotto i 13,5 kg di peso ha accolto le richieste.

«La buona riuscita della vicenda nasce da un’azione collettiva, silente e rispettosa che ha coinvolto famiglie, media, parlamentari e cittadini. E’ una vittoria dell’Agenzia e del nostro Paese, ma ancor prima delle famiglie che subiscono la Sma1», continua Lucia Vuolo.

Inoltre, informa Aifa, l’accordo ha portato la Novartis a mettere a disposizione il farmaco a titolo gratuito all’interno di studi clinici per i bambini con un peso compreso tra i 13,5 e i 21 kg, allo scopo di acquisire su questi pazienti, in un setting controllato, dati ulteriori di efficacia e sicurezza.

«Il costo della terapia genica era decisamente incompatibile per il Servizio sanitario nazionale, bene ha agito Aifa e importante è stata la sensibilità dimostrata da Novartis. Sono certa che la terapia sperimentale potrò partire da subito. Una carezza a tutti i bambini e i genitori conosciuti e coinvolti da questa storia a lieto fine».

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

Nocera Inferiore, Assunzione di 6 agenti di Polizia Municipale, lunedì in Consiglio il giuramento

Prima dell’ inizio dei lavori del Consiglio Comunale di lunedì 21 Giugno, alle ore 9.30 presso l’Aula consiliare del Comune di Nocera...

Cava Dei Tirreni, l’amministrazione di Bus Italia visita il nuovo terminal

Cava Dei Tirreni. Domani giovedì 17 giugno, alle ore 9.00, l’Amministratore di Bus Italia in Campania, Antonio Barbarino, farà visita al nuovo...

Coldiretti Campania, Mozzarella prodotto più taroccato. Loffreda: «Difendere l’immagine del nostro oro bianco con la qualità»

«La scritta mozzarella – denuncia Salvatore Loffreda, direttore di Coldiretti Campania – campeggia a caratteri cubitali e cirillici sulle confezioni in commercio...

Autostrade, Conte (LeU): subito lavori svincolo di Eboli e nuova uscita in zona industriale

«Dare rapida attuazione all’adeguamento dello svincolo di Eboli dell’Autostrada del Mediterraneo, per garantire fluidità alla circolazione urbana, da tempo in emergenza, e...