lunedì, 1 Marzo, 2021
Home Attualità Provincia di Salerno, i dati delle attività di prevenzione e contrasto della...

Provincia di Salerno, i dati delle attività di prevenzione e contrasto della diffusione del Covid-19 dal 15 al 21 febbraio.

Rilasciati dalla questura di Salerno i dati relativi alle attività di prevenzione e contrasto della diffusione del Covid-19 effettuati dal 15 al 21 febbraio nell’intera provincia.

Nella settimana appena trascorsa le forze dell’ordine hanno effettuato servizi finalizzati all’attenzione per la salute e la sicurezza pubblica e per costituire un efficace deterrente ai fenomeni di assembramento, e presenza di persone prive di dispositivi di protezione individuale nei luoghi pubblici ed aperti al pubblico, anche in concomitanza con un notevole afflusso di persone nei centri urbani.

In tale ambito operativo sono proseguiti i servizi di vigilanza a livello di coordinamento interforze, disposti con ordinanza dal Questore della Provincia di Salerno, che, d’intesa con i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, ed avvalendosi della preziosa collaborazione dell’Esercito Italiano, della Polizia Provinciale e della Polizia Locale di Salerno, hanno conseguito i seguenti risultati:

·       nr. 6687persone controllate

·       nr. 4168 veicoli controllati

·       nr. 1799 esercizi pubblici controllati

·       nr.132 persone sanzionate per mancato uso della mascherina

·       n. 9titolari di esercizi commerciali sanzionati per mancato rispetto della normativa anticovid

·       N. 1  esercizio pubblico chiuso, ex artt. 2 e 4 .l. 35/2020

·       Nr.1 persona denunciata per inosservanza del divieto di mobilità dalla propria abitazione, poiché in quarantena in quanto positivo al virus

Sanzionati anche nove esercenti che hanno violato la normativa per la prevenzione del contagio.

In particolare, a Salerno i gestori di cinque locali, tre al Corso Vittorio Emanuele, uno a Piazza S. Agostino, ed, infine un altro, a via Roma, sono stati sanzionati perché hanno continuato la somministrazione oltre le ore 18,  anche con la servita ai tavoli, agli avventori:  nei loro confronti  è stato contestato immediatamente quanto previsto dalla normativa, salvo i successivi ulteriori provvedimenti d’ufficio.

A Battipaglia è stato sanzionato con la chiusura un circolo ricreativo perché consentiva la consumazione di cibo a una decina di avventori, assembrati all’interno, in un orario oltre le ore 18.

Inoltre, durante i controlli, è emerso che una delle persone identificate in strada risultava in quarantena ed è stata pertanto denunciata per l’inosservanza del divieto di mobilità dalla propria abitazione.

La scorsa settimana è stata senz’altro connotata da una maggiore affluenza dei cittadini nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, con dei registrati fenomeni, seppur limitati, di negligenza e di inosservanza della normativa, che sono stati oggetto delle sanzioni sopra indicate.

Come è noto, l’aumento dei contagi ha segnato il passaggio, da oggi, dalla zona gialla alla zona arancione in alcune Regioni d’Italia, tra cui la Campania.

Sono stati già predisposti e sono in atto i controlli maggiormente intensificati con l’entrata in vigore, da oggi, delle misure più restrittive previste in zona arancione.

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

Maiori, Costa d’Amalfi: nuova ordinanza contro il Covid

Il primo cittadino, Antonio Capone, ha firmato oggi, 26 febbraio, l’ordinanza n°96 con oggetto l’adozione di ulteriori misure di prevenzione per il...

Pagani: nuovi pagamenti fitti Covid 19

Al via nuova la nuova tranche di pagamenti per il contributo Fitti legge 431/98 della Regione Campania. In liquidazione...

Frana ad Amalfi: sopralluogo del consigliere regionale Cammarano e della senatrice Gaudiano

“A tre settimane esatte dalla frana del 2 febbraio scorso in Costiera Amalfitana, i lavori per la messa in sicurezza sulla Statale...

Penisola Sorrentina: Coordinamento Turismo Unito chiede a Regione e Governo di salvare la stagione

“Nessuno si salva da solo: Regione Campania e Governo diano segnali forti per salvare la stagione 2021": questa la richiesta del neonato...