mercoledì, 16 Giugno, 2021
Home Attualità Pagani: i consiglieri Calce e Sessa propongono una modifica del regolamento delle...

Pagani: i consiglieri Calce e Sessa propongono una modifica del regolamento delle entrate comunali

I consiglieri di opposizione, Vincenzo Calce e Anna Rosa Sessa, hanno presentato questa mattina una proposta di modifica al regolamento delle entrate comunali ai Presidenti della I e della V Commissione, rispettivamente Raffaele La Femina e Davide Nitto, e all’attenzione del sindaco, Lello De Prisco.

La variazione è stata suggerita alla luce delle “evidenti difficoltà economiche della cittadinanza e la marcata difficoltà nel recupero coattivo dei tributi” e riguarda, nello specifico, l’articolo 18, che recita attualmente:

“1.Ai debitori di somme certe, liquide ed esigibili, possono essere concesse, a specifica richiesta presentata prima dell’inizio delle procedure di riscossione coattiva, dilazioni e rateazioni dei pagamenti dovuti, qualora non vi sia morosità in relazione a precedenti dilazioni e rateazioni, per una durata massima di 12 mesi e con applicazione degli interessi nella misura legale, applicando, in caso di rateazione, il metodo dell’interesse scalare.

2.Le scadenze delle singole rate sono fissate all’ultimo giorno di ciascun mese e il debitore dovrà esibire, entro 10 giorni dal pagamento, la ricevuta dello stesso all’ufficio competente, pena la decadenza dal beneficio. 3.Tali debitori decadranno dal beneficio concesso in caso di mancato pagamento alla scadenza anche di una sola rata.

4.E’ in ogni caso esclusa la possibilità di concedere ulteriori rateazioni o dilazioni nel pagamento delle singole rate o di importi già dilazionati.

5.Una volta iniziate le procedure di riscossione coattiva, eventuali dilazioni e rateazioni possono essere concesse, alle condizioni e con i limiti sopra indicati, soltanto previo versamento di un importo corrispondente al 20% delle somme complessivamente dovute ed al rimborso delle spese di procedura sostenute dal comune.

6.Se l’importo oggetto di rateazione o dilazione è superiore a L. 10.000.000 (5.164,67 euro), l’ufficio competente può richiedere, in casi di dubbia esigibilità, la costituzione di un deposito cauzionale, sotto forma di polizza fidejussoria o bancaria, sulle somme in scadenza dopo la prima rata”

La modifica indicata da Calce e Sessa sarebbe, dunque, relativa al numero delle rate della dilazione e alla costituzione di un deposito cauzionale.

BaseNews24https://www.basenews24.it/
Redazione della testata giornalista dell'emittente Radio Base.
- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

Nocera Inferiore, Assunzione di 6 agenti di Polizia Municipale, lunedì in Consiglio il giuramento

Prima dell’ inizio dei lavori del Consiglio Comunale di lunedì 21 Giugno, alle ore 9.30 presso l’Aula consiliare del Comune di Nocera...

Cava Dei Tirreni, l’amministrazione di Bus Italia visita il nuovo terminal

Cava Dei Tirreni. Domani giovedì 17 giugno, alle ore 9.00, l’Amministratore di Bus Italia in Campania, Antonio Barbarino, farà visita al nuovo...

Coldiretti Campania, Mozzarella prodotto più taroccato. Loffreda: «Difendere l’immagine del nostro oro bianco con la qualità»

«La scritta mozzarella – denuncia Salvatore Loffreda, direttore di Coldiretti Campania – campeggia a caratteri cubitali e cirillici sulle confezioni in commercio...

Autostrade, Conte (LeU): subito lavori svincolo di Eboli e nuova uscita in zona industriale

«Dare rapida attuazione all’adeguamento dello svincolo di Eboli dell’Autostrada del Mediterraneo, per garantire fluidità alla circolazione urbana, da tempo in emergenza, e...