domenica, 24 Gennaio, 2021
Home Attualità Cartelle pazze, Francesco Carotenuto di Scafati Arancione a Radio Base: “Non possono...

Cartelle pazze, Francesco Carotenuto di Scafati Arancione a Radio Base: “Non possono essere sempre i cittadini a pagare”.

Scafati. Scafati Arancione è intervenuta sulla questione legata agli avvisi di pagamento relativi alla Tari del 2015 arrivate agli scafatesi poco prima di Natale.

A Radio Base il segretario Francesco Carotenuto ha ribadito come da tempo Scafati Arancione sostenga come la gestione dei tributi abbia bisogno di «riflessioni giuste e non figlie degli umori delle amministrazioni»:

«Chiediamo al sindaco Salvati di non giocare sull’approssimazione, ma di avvalersi di persone esperte in settori nevralgici della comunicazione.»

Sempre ai nostri microfoni, Carotenuto ha spiegato quale sarebbe la soluzione per i contribuenti:

«La soluzione sarebbe chiedere l’annullamento per chi ha già pagato attraverso un modulo trovabile on line da far recapita all’ufficio tributo del comune e allo stesso tempo dare assistenza alle tante persone che non sanno effettivamente se quel tributo è stato pagato 5 anni fa».

Di seguito l’intervista completa a Francesco Carotenuto.

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

Cava de’ Tirreni, rifacimento asfalto Via XXV Luglio e C.so P. Amedeo: possibili disagi

Previsti dal 25 al 29 gennaio i lavori di fresatura e ripristino dell’asfalto sulla corsia nord sud, precedentemente interessata dagli scavi da...

Napoli, imposte di soggiorno non versate: la denuncia dell’Abbac

L’Abbac, l’associazione dei bed e breakfast, case vacanze, affittacamere e locazioni brevi della Campania, si esprime in merito alla vicenda delle imposte...

Castel San Giorgio: gli interventi del welfare della sindaca Lanzara

Il sindaco Paola Lanzara, col sostegno dell’assessore alle Politiche sociali, Antonia Alfano, ha messo in campo interventi a sostegno delle famiglie, orientati...

Salerno: la Uil Fpl con i dipendenti della Silba

La Uil Fpl di Salerno si schiera accanto ai lavoratori della Silba e denuncia i “comportamenti lesivi delle prerogative dei lavoratori tutti...