mercoledì, 16 Giugno, 2021
Home Attualità Sciopero multiservizi: contratto nazionale scaduto da 7 anni, massiccia mobilitazione

Sciopero multiservizi: contratto nazionale scaduto da 7 anni, massiccia mobilitazione

Massiccia la partecipazione allo sciopero per il contratto nazionale delle imprese di pulizia, servizi integrati e multiservizi scaduto da oltre 7 anni. La mobilitazione, promossa in tutta Italia con presidi, sit-in e manifestazioni nel rispetto nelle misure anti Covid, ha registrato una media di adesione superiore al 80%, con punte del 100% in alcune realtà industriali e di impresa al netto dei lavoratori precettati, così come nelle scuole e negli uffici pubblici. Alta partecipazione anche nelle attività essenziali in sanità e negli ospedali, dove, con grande senso di responsabilità i lavoratori hanno assicurato le prestazioni indispensabili, in ottemperanza alla normativa vigente, pur condividendo le motivazioni dello sciopero.

La protesta, indetta dai sindacati di categoria da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti, accende i riflettori sulla vertenza che coinvolge complessivamente oltre 600mila addetti, il 70% donne con salari esigui, orari spesso ridotti, carichi di lavoro pesanti e condizioni di lavoro difficili in molte realtà.

Le tre sigle stigmatizzano l’atteggiamento dilatorio delle associazioni imprenditoriali di settore – Anip Confindustria, Confcooperative Lavoro e servizi, Legacoop Produzione e Servizi, Unionservizi Confapi e Agci Servizi – che mettono in discussione diritti e tutele dei lavoratori del settore e la definizione di un aumento salariale congruo e dignitoso, senza dare ancora riscontro concreto alle sollecitazioni volte a concludere positivamente e in tempi brevi il percorso di rinnovo del contratto nazionale di lavoro.

Dai presidi di oggi le tante lavoratrici e lavoratori in sciopero rivendicano il rinnovo del contratto nazionale per vedere riconosciuto il valore del loro lavoro. I sindacati chiedono con forza un’assunzione di responsabilità da parte delle imprese in mancanza della quale continueranno le iniziative di mobilitazione e lotta.

Anche a Salerno l’iniziativa è stata molto sentita dai lavoratori grazie pure all’impegno della segreteria provinciale della Fisascat Cisl.

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

Nocera Inferiore, Assunzione di 6 agenti di Polizia Municipale, lunedì in Consiglio il giuramento

Prima dell’ inizio dei lavori del Consiglio Comunale di lunedì 21 Giugno, alle ore 9.30 presso l’Aula consiliare del Comune di Nocera...

Cava Dei Tirreni, l’amministrazione di Bus Italia visita il nuovo terminal

Cava Dei Tirreni. Domani giovedì 17 giugno, alle ore 9.00, l’Amministratore di Bus Italia in Campania, Antonio Barbarino, farà visita al nuovo...

Coldiretti Campania, Mozzarella prodotto più taroccato. Loffreda: «Difendere l’immagine del nostro oro bianco con la qualità»

«La scritta mozzarella – denuncia Salvatore Loffreda, direttore di Coldiretti Campania – campeggia a caratteri cubitali e cirillici sulle confezioni in commercio...

Autostrade, Conte (LeU): subito lavori svincolo di Eboli e nuova uscita in zona industriale

«Dare rapida attuazione all’adeguamento dello svincolo di Eboli dell’Autostrada del Mediterraneo, per garantire fluidità alla circolazione urbana, da tempo in emergenza, e...