martedì, 20 Ottobre, 2020
Home Campania Scuole chiuse in Campania. De Luca: «decine di contagi diretti.» Villani (M5S):...

Scuole chiuse in Campania. De Luca: «decine di contagi diretti.» Villani (M5S): «presidente riveda decisione.»

Di fronte all’aumento dei contagi registrati nelle scuole della campania, in particolare nel napoletano e nel casertano, il presidente Vincenzo De Luca ha deciso di sospendere la didattica in presenza fino al 30 ottobre prossimo.

«Ritengo opportuno  ricordare i dati a me comunicati dalla task force regionale. Oggi 15 Ottobre, i tamponi positivi registrati in Campania sono stati 1.127 su 13.780, pari all’8,1 % rispetto al 7,1 di ieri. Per quanto riguarda il mondo della scuola, ecco i dati riferiti a Napoli e Caserta:Asl Napoli 1: contagiati 120 tra alunni e docenti
Asl Napoli 2: contagiati 110 tra alunni e docenti
Asl Napoli 3: contagiati 200 alunni e 50 docenti, con circa 70 casi connessi
Asl Caserta: contagiati 61 tra alunni e docenti
Decine di questi contagi sono contatti diretti, e sono stato rintracciati attraverso il contact tracing».

Questo il commento a margine con cui De Luca ha motivato la sua decisione. Un provvedimento che ha suscitato diverse reazioni contrarie. Prima fra tutte, quella del ministro dell’istruzione, Lucia Azzolina:

«Decisione gravissima e profondamente sbagliata e anche inopportuna. Sembra ci sia un accanimento del governatore contro la scuola. In Campania lo 0,75% degli studenti è risultato positivo a scuola e di certo non se lo è preso a scuola. La media nazionale è 0,80. Se c’è crescita contagi non è di certo colpa della scuola».

Anche la deputata del Movimento 5 Stelle, Virginia Villani, ha espresso la propria contrarietà a questa sospensione:

«È una decisione molto grave che lede il diritto sacrosanto dei nostri alunni all’istruzione, già fortemente compromesso dal lunghissimo periodo di sospensione. Sarebbe stato fondamentale interfacciarsi prima adeguatamente col Governo e con le realtà scolastiche: è un messaggio gravissimo, si sta generando un eccessivo allarmismo per le famiglie e il personale scolastico. Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha lavorato con impegno e dedizione, insieme al Governo, per garantire una riapertura delle scuole in sicurezza e il sistema anti-contagio della didattica in presenza sta funzionando, nonostante la seconda ondata che vede la Campania protagonista di un record di positivi. Questo atteggiamento autoritario non è più tollerabile: adesso siamo arrivati alla goccia che fa traboccare il vaso, De Luca scherza con la vita dei nostri ragazzi. Fino a questo momento nelle nostre scuole la situazione è sotto controllo e le lezioni in presenza stanno proseguendo senza rischi. Annullarle è un gesto scellerato: si va a influire sulle famiglie campane e sullo sviluppo psicofisico dei nostri alunni. Il Presidente riveda questa decisione per il benessere sociale dei giovani e dei bambini».

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

Messa in sicurezza delle strade nell’Agro Nocerino Sarnese. Sopralluogo del Presidente della Provincia Strianese

“Ho fortemente voluto avviare in tutto il territorio lavori che rendano più efficiente e sicura la nostra rete viaria", dichiara il Presidente...

Il sogno di Nicola: una fattoria didattica gratuita, al via le donazioni

Nicola Arpaia racconta la sua storia con l'obiettivo di realizzare un sogno, quello di creare una fattoria didattica "gratuita"...

Ordinanza Regionale n. 81 del 19 Ottobre: ecco cosa cambia

Stop alle feste, sia al chiuso che all'aperto, in seguito a cerimonie civili o religiose, a meno che i partecipanti non siano...

Luca Cascone: pronto un nuovo incontro con aziende e Comuni

Nuovamente in programma anche per oggi, le riunioni già tenutesi a inizio settembre e volte a coordinare la Regione Campania...