martedì, 20 Ottobre, 2020
Home Attualità Cirielli: tutelare la categoria di fotografi e videofotografi

Cirielli: tutelare la categoria di fotografi e videofotografi

“Il Governo Pd-M5S tuteli la categoria dei fotografi e videografi professionisti che si appresta a vivere una nuova crisi profonda, a causa delle ulteriori restrizioni previste nel Dpcm del 13 ottobre scorso per l’emergenza sanitaria da Covid-19”. Lo dichiara, in una nota, il Questore della Camera dei Deputati e presidente della Direzione Nazionale di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli: “Tutte le attività legate al mondo delle Cerimonie, già fortemente penalizzate dal precedente lockdown, rischiano di subire ulteriori danni economici rilevanti, con migliaia di addetti che, non potendo lavorare, non potranno far fronte né al pagamento dei finanziamenti in itinere, delle pigioni dei locali, dei collaboratori regolarmente assunti e neanche onorare le scadenze fiscali future. Auspico, dunque, che il presidente del Consiglio dei Ministeri Giuseppe Conte e il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ascoltino le istanze di questa categoria che, insieme a tantissime altre, sarà duramente penalizzata per colpa delle scelte incomprensibili e sciagurate della maggioranza giallorossa” conclude Cirielli. 

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

Luca Cascone: pronto un nuovo incontro con aziende e Comuni

Nuovamente in programma anche per oggi, le riunioni già tenutesi a inizio settembre e volte a coordinare la Regione Campania...

Pagani: Proclamato il consiglio comunale

Si è svolta questa mattina presso l'aula consiliare di via Pittoni, la cerimonia di proclamazione del nuovo consiglio comunale della città liguorina....

Covid-19. A Nocera Inferiore chiudono i parchi pubblici.

Nocera Inferiore. La giunta, con l'ordinanza sindacale del 18 ottobre, ha disposto la chiusura dei parchi pubblici comunali fino al 30 ottobre...

Scafati Arancione: «Comune faccia chiarezza su buoni pasto non rimborsati alle famiglie degli studenti di Scafati.»

«Il Comune di Scafati faccia chiarezza sui rimborsi dei buoni pasto alle famiglie degli studenti. Basta con i proclami, serve chiarezza»