Attualità Campania Politica

No all’abbattimento del ponte in via Marconi. L’opposizione chiede un Consiglio comunale monotematico. Fallo: «La storia di San Marzano non si cancella, chiarezza sulla manutenzione»

Ponte di via Marconi, l’opposizione consiliare di San Marzano sul Sarno chiede una seduta monotematica e si oppone all’abbattimento della struttura. Una soluzione ipotizzata a seguito dei controlli eseguiti dal Genio Civile ma che, come spiega Filomena Fallo, capogruppo di Insieme per Costruire, va scongiurata:

«Il ponte alla Ciampa di Cavallo esiste da decenni e rappresenta un passaggio strategico, perché collega San Marzano sul Sarno con i Comuni limitrofi. Se dovesse concretizzarsi l’abbattimento, non sappiamo neppure se e come verrà ricostruito e sarà un grave problema».

Da circa un mese l’accesso alla strada è stato inibito per motivi di sicurezza, principalmente legati al degrado in cui versa la zona sottostante il ponte. Un altro tema che, sottolinea Fallo, l’opposizione intende promuovere in Consiglio comunale, sollecitando l’impegno del sindaco Cosimo Annunziata e della sua amministrazione.

«Non si può cancellare la storia del nostro paese – ribadisce la capogruppo di Insieme per Costruire Siamo convinti che il ponte non sia abusivo e non esiste una relazione che ne accerti l’inagibilità. Il vero problema è l’accumulo di immondizia che fa da tappo, e provoca l’innalzamento del fondale del corso d’acqua, favorendo gli allagamenti dei terreni vicini e minando la stabilità del ponte. Vogliamo realizzare un documento comune, cercando di trovare l’unanimità su una questione molto sentita dai nostri concittadini. Vanno individuati i responsabili della mancata manutenzione».