Attualità Campania Europa Podcast Politica

“Isole e stagionali sono una bomba sociale”: l’allarme della consigliera regionale Maria Grazia Di Scala. E sulle morti Covid-19 di Villa Mercede: “Una gestione pessima”

di Barbara Landi

“Le isole del golfo di Napoli e i lavoratori stagionali sono una bomba sociale. Le attività sono tutte paralizzate”: è l’allarme lanciato dalla consigliera regionale Maria Grazia Di Scala, del gruppo Forza Italia, in diretta in #PrimoPiano a Radio Base.

“Si tratta di territori che fondano la propria economia sul turismo. Un’isola come Ischia, con 70mila abitanti, nella stagione estiva vede la sua popolazione quintuplicare. Nel dibattito nazionale si inizia a parlare di apertura anticipate per gli esercizi commerciali, ma senza linee guida del governo nazionale, la regione non può prevedere un piano specifico – spiega la consigliera – L’11 maggio è alle port, come si può riaprire senza protocolli a cui adeguarsi. Si pensa a riaprire le chiese attraverso protocollo con la Cei, mentre c’è una popolazione allo sbando. Il turismo è il settore più importante nel nostro Paese”.

Interviene anche sulle morti di anziani che si sono registrate nei giorni scorsi nella casa di cura Villa Mercede, lanciando un attacco alla regione Campania per quella che definisce “una gestione pessima”.

“Tre vittime in 24 ore, per cui i casi totali diventano 5. La popolazione della Rsa Villa Mercede è decimata – insiste Maria Grazia Di Scala – Il contagio arriva da una paziente trasferita dal santa maria di Pozzuoli, negativa al kit rapido, ma positiva al tampone molecolare praticato solo post mortem. Nessun percorso dedicato: alla base del contagio c’è la promiscuità dei reparti”.

Ascolta l’intervista integrale realizzata da Barbara Landi: