Attualità Campania Italia Politica

Coronovirus, Italia blindata. Disposta la chiusura di tutte le attività commerciali.

di Barbara Landi

Questo è il momento di compiere un passo in più, quello più importante. Ora disponiamo anche la chiusura di tutte le attività commerciali, di vendita al dettaglio, ad eccezione di quelle dei beni di prima necessità e delle farmacie. Chiudiamo i negozi”

Conferenza stampa straordinaria del premier Giuseppe Conte, in diretta da Palazzo Chigi, relative a misure ancora più restrittive. Due settimane di chiusura totale per contenere la pandemia Covid-19

“Per avere un riscontro effettivo di queste misure dovremo attendere un paio di settimane”, evidenzia il premier Giuseppe Conte.

Chiudono parrucchieri, centri estetici e servizi di mensa.  Restano garantiti i servizi pubblici essenziali tra cui i trasporti e i servizi di pubblica utilità. Restano garantiti i trasporti. Chiudono i negozi, i bar, i pub e i ristoranti. Resta consentita la consegna a domicilio. Aperti servizi essenziali, tabaccai, pompe di benzina, artigiani, parafarmacie. Non si fermerà il viaggio delle merci. Tutto l’essenziale aperto, il resto chiuso per quindici giorni. Limitare gli spostamenti a quelli necessari.

“Se i numeri dovessero continuare a crescere, cosa nient’affatto improbabile, non significa che dovremo affrettarci a varare nuove misure. Non dovremo fare una corsa cieca verso il baratro. Dovremo essere lucidi, responsabili”

Domenico Arcuri sarà il “nuovo commissario delegato, con ampi poteri di deroga. 

Conferenza straordinaria premier Conte

COSA FUNZIONERA’

E` garantito il funzionamento dei servizi bancari, postali, finanziari, assicurativi. Nel rispetto della normativa igienico-sanitaria, le attività del settore agricolo, zootecnico, di trasformazione agroalimentare comprese le filiere che offrono beni e servizi rispetto a queste attività. Garantito il funzionamento dei servizi bancari, postali, finanziari, assicurativi. Non sarà necessario fare nessuna corsa per acquistare il cibo: i negozi di alimentari restano aperti. Per le attività produttive va incentivato il più possibile il lavoro agile, incentivate le ferie e i permessi. Le fabbriche resteranno aperte ma “con misure di sicurezza. 

“Nominerò un commissario che avrà ampi poteri di deroga e lavorerà per rafforzare la distribuzione” di strumenti sanitari. “Potrà impiantare nuovi stabilimenti. La persona sarà il dottor Domenico Arcuri”, insiste Conte.

“Il Paese ha bisogno della responsabilità di ognuno di voi, ha bisogno di sessanta milioni di piccoli grandi sacrifici – continua Conte – Ognuno di noi ha bisogno dell’altro. Rimaniamo distanti oggi per abbracciarci con più calore e per correre insieme più veloci domani. Ce la faremo”.

LE REAZIONI

Matteo Salvini: “Da italiano, da leader dell’opposizione, da padre, sono soddisfatto perché (finalmente) il governo ha ascoltato il grido di aiuto di medici, infermieri e operatori sanitari, lavoratori, imprenditori, sindaci e governatori, in prima linea da settimane.
Per l’Italia e gli Italiani noi ci siamo. Sempre”.

Giorgia Meloni: ” È il momento del coraggio e dell’orgoglio nazionale”, insiste Meloni, che poche ore prima della conferenza stampa aveva evidenziato: ” Spero sinceramente che Conte voglia prendere atto che l’unica cosa davvero sensata da fare è fermare tutto per due settimane, come proponiamo già da giorni. A questo punto è la misura minima. Anticipiamo il coronavirus, non rincorriamolo.

Aggiornamento ore 22.15 11 marzo 2020

RIPRODUZIONE RISERVATA