domenica, 27 Settembre, 2020
Home Economia IN ARRIVO IL BONUS TV

IN ARRIVO IL BONUS TV

Il “Bonus TV”, con valore fino a 50 euro, è un’agevolazione per l’acquisto di TV e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi (DVBT-2/HEVC) che diventeranno operativi a partire dal 2022. Il “Bonus TV” è disponibile a partire dal 18 dicembre 2019 e fino al 31 dicembre 2022. Possono farne richiesta le famiglie con ISEE fino a 20.000,00 euro. Lo stanziamento complessivo previsto, per l’intero periodo 2019-2022 è di circa 150 milioni di euro. Il bonus verrà erogato sotto forma di sconto praticato dal venditore sul prezzo del prodotto acquistato. Per ottenere lo sconto, i cittadini dovranno presentare al venditore una richiesta per acquistare una TV o un decoder beneficiando del bonus. A tal fine dovranno dichiarare di appartenere ad un nucleo familiare di fascia ISEE che non superi i 20.000,00 euro e che altri componenti dello stesso nucleo non abbiano già fruito del bonus. Per verificare che una TV o un decoder rientrino tra i prodotti per i quali è possibile usufruire del bonus è a disposizione dei cittadini una lista di prodotti “idonei”all’indirizzo bonustv-decoder.mise.gov.it, mentre sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile il fac-simile del modello di domanda. Niente paura, però, perché c’è ancora tempo: dal 2020 infatti entreremo in una sorta di fase transitoria che durerà circa due anni e darà tempo agli utenti di dotarsi degli apparecchi necessari per la nuova tecnologia, che sarà in vigore in maniera definitiva dal 1° luglio 2022. I venditori operanti in Italia, compresi quelli del commercio elettronico, che intendono aderire all’iniziativa, dovranno registrarsi, a partire dal 3 dicembre 2019, sulla piattaforma telematica resa disponibile dall’Agenzia delle Entrate, come indicato anche nella guida all’uso dell’applicazione “Bonus TV” che fornisce dettagliate istruzioni sulle procedure da seguire per la vendita dei prodotti che hanno diritto al bonus. Ma perché questo aggiornamento? In effetti, non sono passati molti anni da quando l’analogico lasciava spazio al digitale terrestre e ora la televisione italiana è pronta per un’altra rivoluzione che cambierà il panorama delle reti TV. Tra il 2020 e il 2022 le trasmissioni italiane daranno luogo a uno «switch» tecnologico verso nuove modalità di ricezione del segnale (c.d. rete mobile 5G) che consentirà connessioni molto veloci con un notevole miglioramento della qualità visiva e dell’alta definizione. In sintesi, si passerà dallo standard di trasmissione televisivo DVB (digital video broadcasting) T1 al DVB T2. Come accadde allora, anche questa volta i vecchi televisori dovranno essere sostituiti.

Dr. Andrea Perrino                    

Ordine Dottori Commercialisti di Nocera Inferiore
Commercialista – Tributarista
Revisore Contabile – Revisore degli Enti LocaliCTU (Consulente Tecnico d’Ufficio) Tribunale di Nocera InferioreDocente formazione professionale

Giornalista Fisco e Tributi

BaseNews24https://www.basenews24.it/
Redazione della testata giornalista dell'emittente Radio Base.
- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI

SARNO: fango e detriti, famiglie lasciano le case

Allerta meteo, situazione critica nella città di Sarno, si sta lavorando per liberare le strade dai detriti e dal fango. "La protezione...

SAN MARZANO SUL SARNO: il sindaco Zuottolo chiude le scuole

Il Sindaco di San Marzano sul Sarno, Carmela Zuottolo, a seguito della proroga dell'allerta meteo, ed in via precauzionale per la...

CAVA DEI TIRRENI: il sindaco chiude le scuole

Il maltempo che si è abbattuto in queste ore sulla Regione Campania ha provocato danni e disagi in provincia di Salerno. Si...

Nocera Superiore: forze dell’ordine per evacuare famiglie

L'allerta meteo ha messo in ginocchio la città di Nocera Superiore. Il sindaco Giovanni Maria Cuofano ha chiesto l'intervento della Prefettura per...