Campania

Amministrative a Nocera Inferiore, il movimento LET appoggia il candidato D’Acunzi

Il Movimento Legalità e Trasparenza per le prossime amministrative di Nocera Inferiore, sceglie
di sostenere il noto imprenditore Pasquale D’Acunzi, candidato Sindaco alle amministrative che si
terranno l’11 Giugno.Legalità e Trasparenza non è un movimento improvvisato, ma, nasce dall’esperienza di vita quotidiana di tanti cittadini e professionisti che sono insieme per condividere un unico obiettivo, la tutela del cittadino sul territorio. Il senso profondo che distingue il movimento è la competenza e professionalità di persone che, già, nella propria vita lavorativa e sociale si dedicano con grande partecipazione e spirito di servizio al proprio paese. Un gruppo di professionisti che, da anni, operano sul territorio dell’Agro Nocerino, e che mirano ad unire le tante energie positive in esso presenti e scardinare, al fine di abbattere, definitivamente, quel muro che vieta di guardare oltre e precisamente verso un orizzonte più ampio. Ecco! Questo concetto è richiamato dal Movimento. La politica non è incarnazione dei personalismi ed egoismi, ma significa servire i cittadini e fare il
bene del paese. La scelta di sostenere il candidato D’Acunzi è nata dopo un largo confronto con i cittadini sul territorio. D’Acunzi ha ribadito un dato ormai inconfutabile, cioè che non si amministra più autonomamente, ma con rispetto di regole che vengono dettate oltre che, dal governo centrale, anche e soprattutto dall’Europa: a dire che le competenze per la gestione di un comune richiedono
grande lavoro di squadra e conoscenza, oltre che esperienza. D’Acunzi, da persona concreta, ha
inoltre ribadito la necessità di salvaguardare il territorio e di riqualificarlo, attraverso il rilancio di attività produttive ove deve prendere posto l’occupazione giovanile.
L’avvocato Raffaella Ferentino, segretario nazionale del movimento che, da anni, è sulla scena
politica sempre affianco delle fasce deboli, rivendica una politica di salvaguardia della sovranità
popolare dove il cittadino deve essere il vero protagonista del territorio.