venerdì, 1 Marzo, 2024
Home Blog

Sanità in Campania, Vuolo (gruppo PPE/FI): “De Luca smetta di fare l’artigiano della fuffa”

L’Onorevole Lucia Vuolo, europarlamentare di Forza Italia / Gruppo PPE si è espressa sulle vicende relative alla sanità regionale della Campania e lo scontro tra Regione e Ministero della Salute.

Queste le dichiarazioni dell’On. Lucia Vuolo:

«De Luca ci fa sapere che il miliardo di fondi da Roma per l’edilizia ospedaliera è frutto di un duro lavoro della Regione Campania. Benissimo, ma questa è la normalità. Quello che non è normale è la lentezza con cui la Campania decide politicamente come sfruttare i fondi. Il risultato sono i pronto soccorso chiusi, liste di attesa infinite, il 118 senza medici a bordo, la rete di urgenza in eterna emergenza. I fatti di cronaca raccontano di pazienti respinti perché “non c’è posto”, altri emigrati in altre regioni e, purtroppo, abbiamo fatti di campani morti davanti ad un pronto soccorso chiuso.
Siamo onesti, la Campania va avanti per il gran cuore dei campani, dei medici, degli operatori sanitari. Uno scenario che non piace a nessuno e, sono convinta neanche allo stesso De Luca che, però, non è più Presidente quando i cittadini subiscono la sua arroganza, mentre torna ad essere “l’artigiano della politica” quando allude in primis che il disastro sanitario dipende dai fondi bloccati a Roma e che è sempre pronto ad un dibattito pubblico. Fuffa da politicante. Ho la sensazione che, da quando il Presidente De Luca ha scoperto che esistono i fondi europei e che i ritardi nella programmazione sono una sua precisa responsabilità politica, ecco che la colpa di tutto ricade su terzi. Questo sì che è sciacallaggio.
Ed in tutto questo folle scaricabarile, i campani vorrebbero solo la certezza di un pronto soccorso aperto e, se possibile, poter campare
».

Al teatro La locandina in scena “Morso di luna piena”

A Pagani, presso il teatro “La Locandina” situato in Via Cauciello 18, andrà in scena “Morso di luna piena” di Erri De Luca, in scena gli attori della compagnia teatrale “La maison des artistes“.

Nove personaggi in scena costretti, dai bombardamenti del ’43, a ripararsi in uno dei tanti ricoveri di Napoli. Sullo sfondo la guerra.
A partire dalla narrazione realistica del testo, lo spettacolo si insinua tra le pieghe del surreale, distaccandosi a tratti dalla concretezza narrativa, utilizzando il linguaggio teatrale per evocare, attraverso immagini e suoni, le ombre del mito della caverna.

Le dati e gli orari degli spettacoli di marzo sono seguenti:

Sabato 02, 09, 16, 23 ore 21:00
Domenica 03, 10, 17, 24 ore 18:30

La prenotazione è consigliata:

+39 329 944 74 97
+39 328 871 25 63
+39 320 682 41 38

Scenari Pagani 26 Fuori campo: appuntamento con “Capitalism”

Toccherà a “Capitalism” di “Generazione Disagio” l’apertura del quinto sipario di “Scenari Pagani 26 – Fuori campo”.

Appuntamento domani sera, alle 20:45, presso l’Auditorium S. Alfonso in Pagani. “Capitalism” è scritto da Carlo Bassetti, Enrico Pittaluga e Graziano Sirressi. Pittaluga e Sirressi sono anche i due protagonisti del monologo. Le musiche sono di  Marcello Gori, i costumi Daniela De Blasio, le voci registrate di Federica Vai, Carlo Bassetti, Marcello Gori e Luca Mammoli. Tecnico di scena: Luca Mammoli. Consulenza luci Maximilano Klein, Matteo Alfonso, Lorenzo Carlucci. Come al solito, l’esibizione sarà preceduta dall’AperiSpettacolo a cura di Ritratti di territorio. Protagonisti: Pepe Mastro Dolciere e Famiglia Pagano 1968.

Lo spettacolo

Enrico Pittaluga e Graziano Sirressi si alternano in un monologo comico a due voci che parte da un interrogativo fondamentale: può esistere un nuovo modello di società o l’unica via è il Capitalismo? Anzi Capitalism*, perché è un problema che riguarda tutt*.
Lo spettacolo attraversa tentativi grotteschi di scardinare il sistema, per uscire dal tunnel in cui viviamo. Si viaggia nel tempo e nello spazio alla ricerca della felicità, cercando di conciliare la voglia di affermazione e l’identità, la fragilità e la competizione, il senso della vita e il senso di colpa, le citazioni motivazionali di Walt Disney e Karl Marx.
Il finale è una visione del futuro che vorremmo, un inno di speranza onirico e allucinato che mescola lo stile della Beat Generation a Martin Luther King.
L’incontro con lo spettatore vede gli attori nei panni di un terapeuta e contemporaneamente del suo paziente, un ibrido comico che pone domande e ipotizza risposte allo stesso tempo: quanto è profondo il nostro bisogno di affetto, successo e apprezzamento? Cosa c’entra un gin tonic con l’antica Grecia? Perché ci servono i poveri e i venditori ambulanti? Possiamo viaggiare sulle gobbe di un cammello attraverso la cruna di un ago, per aggiustare l’ascensore sociale?
Si ride. Ci si affligge. Soprattutto si ride. Un po’ si sogna. Che è sano, e soprattutto è gratis!
CAPITALISM è un esperimento di contaminazione col genere stand up comedy che alterna satira, flusso di pensieri e momenti più teatrali con cambi di costume e di scene.Le citazioni e i rimandi di Kinder-traum seminar testimoniano come il teatro di Enzo Moscato sia innanzitutto un corpo-pensiero che abita la scena. Lavorando sulla Storia attraverso una dimensione simbolico-evocativa, l’autore-attore ha realizzato una complessa e intensa tessitura scenica che può risultare una sfida alla comprensione immediata, ma che lascia profonde tracce e connessioni aperte nella memoria del pubblico.

Per info e prenotazioni: www.casababylon.it

Mob. +39 3289074079

Durata: 65 minuti

Sarno: Sirica incontra la cittadinanza domenica tre marzo

A Sarno, il candidato sindaco per la civica “Con noi”, Vincenzo Sirica, incontra la cittadinanza sarnese domenica tre marzo, presso il Très Jolie Cafè di Episcopio.

L’appuntamento sarà solo il primo di un ciclo di incontri che Sirica porterà avanti durante questa campagna elettorale, al fine di ascoltare le esigenze dei cittadini sarnesi e ragionare sui diversi punti sui quali lavorare.

«L’ascolto delle persone che popolano la nostra Sarno è una prerogativa fondamentale per un amministratore – ha detto Sirica – ed è per questo che abbiamo ideato questa serie di appuntamenti, che ci porteranno a spostarci in diversi punti della nostra cittadina, per renderci conto delle difficoltà effettive, ma anche dei punti di forza di cui gode il nostro territorio, ed insieme ai nostri concittadini, lavorare per migliorare le cose».

Emergenza sicurezza negli ospedali salernitani: l’appello di Mario Polichetti

Il sindacalista della Uil Fpl provinciale, Mario Polichetti, fa un appello ai parlamentari salernitani, chiedendo di coinvolgere il ministro dell’Interno per arginare il fenomeno delle aggressioni al personale sanitario.

«Anche se le minacce non finiscono su tv, giornali e siti web, la spirale di violenza non accenna minimamente a diminuire», ha affermato. «La misura è chiaramente colma: continuando a denunciare dopo il solito caso eclatante, si finisce per avere poco senso di fronte ai rischi che gli operatori sanitari, in tutta la provincia di Salerno, corrono quotidianamente».

Polichetti chiede l’inasprimento delle pene per i responsabili di aggressioni, ma anche soluzioni per cercare di garantire la sicurezza di medici e infermieri.

«Sarebbe utile l’installazione di pulsanti di allarme antiaggressione, la dotazione di ogni struttura sanitaria di un posto fisso di pubblica sicurezza operativo 24 ore su 24 nonché corsi base di autodifesa per tutti gli operatori sanitari», ha concluso.

Rete idrica a Sarno, lavori per collegare i nuovi tratti.

Il consigliere di Distretto Sarnese-Vesuviano dell’Ente Idrico Campano e Consigliere Comunale di Sarno, Anna Robustelli, rende noto che è in programmazione un’interruzione del servizio idrico finalizzato a collegare i nuovi tratti di rete idrica realizzati e la condotta che li alimenta.
La sospensione è programmata dalle 14 del prossimo 4 marzo alle 2 del 5 marzo successivo per un totale di 12 ore.

Abbiamo fatto predisporre un servizio idrico sostitutivo tramite batterie di fontanine, al fine di assicurare, comunque, una fonte di ubicate presso via Bracigliano, al civico 120, via Roma, area comunale scuola primaria De Amicis Baccelli, Acquarossa, incrocio Pantano Gnilino, Via Lavorate Centro, presso il civico 171 all’ingresso della scuola Amendola”, ha detto la Robustelli. 

Il disagio per la sospensione del servizio idrico lo subiamo in vista dell’utilità che ne conseguirà con la messa in esercizio della nuova rete idrica. Il che significa ridurre le perdite, considerato che sono tutte condotte in ghisa, che equivale a un servizio idrico più efficiente e di qualità.

Tutte le opere realizzare nel nostro Comune sono state possibili grazie alla sinergia tra Regione Campania, Ente Idrico Campano, Gori e Comune di Sarno”, ha concluso la Robustelli. “La collaborazione messa in campo è stata determinante per la realizzazione del progetto sul monitoraggio delle reti idriche consentendo di intervenire sull’infrastruttura idrica di Sarno, soggetta a un forte invecchiamento e deterioramento, migliorandone l’efficienza. Una priorità assoluta, finalizzata a cercare di minimizzare le perdite, ovvero dei volumi di acqua che fuoriuscivano dal sistema distributivo e che si disperdevano nel sottosuolo. Uno spreco d’acqua non sostenibile da tutti i punti di vista. Il nostro obiettivo prioritario è di assicurare alla nostra comunità un’infrastruttura idrica efficiente ed efficace e, colgo l’occasione per lanciare un appello agli Enti scesi in campo, tali progettualità siano solo l’inizio di un complesso intervento di ammodernamento dell’infrastruttura idrica di Sarno”.

Si segnala che alla riapertura del flusso idrico potrebbero verificarsi transitori fenomeni di torbidità dell’acqua, di breve durata, per i quali si consiglia di far scorrere per alcuni minuti l’acqua dai propri rubinetti.

Le Informazioni per l’utenza sono disponibili anche consultando il sito web www.goriacqua.com o telefonando al numero verde gratuito 800 218 270 attivo h24.

Allerta meteo prolungata fino alle 23.59 di giovedì 29 febbraio

0

La Protezione Civile della Campania ha prorogato il vigente avviso di allerta meteo di ulteriori 24 ore estendendolo a tutta la regione.

Dalle 23:59 di oggi alle 23:59 di domani l’intero territorio continuerà ad essere interessato da piogge e temporali che potrebbero essere anche intensi.

Le precipitazioni saranno caratterizzate ancora da incertezza previsionale e rapidità di evoluzione e potrebbero essere accompagnate da fulmini, grandine e raffiche di vento.

La criticità idrogeologica riguarda possibili allagamenti, esondazioni, ruscellamenti, presenza di acque nelle sedi stradali per problemi legati al corretto funzionamento dei sistemi meteorici, ma anche frane e caduta massi.

Si raccomanda alle autorità competenti di attivare i Centri Operativi Comunali e tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti, anche nel rispetto dei piani comunali di protezione civile. Prestare attenzione alle comunicazioni della Sala Operativa Regionale.

Scafati: il Sindaco Aliberti ricevuto al Ministero della Salute

Il Sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti, accompagnato dall’Assessore alla Sanità Antonella Di Palma e dai consiglieri comunali Giovanni Di Palma (Maggioranza) e Michelangelo Ambrunzo (Minoranza), presso la sede del Ministero della Salute, a Roma, si sono relazionati per la richiesta di riapertura del pronto soccorso base dell’ospedale “Mauro Scarlato” di Scafati e di ripristino di un’adeguata rete dell’emergenza/urgenza sul territorio, condizione necessaria per tutelare la pubblica incolumità, nel pieno rispetto dell’art. 32 della Costituzione.

Queste le dichiarazioni del Sindaco:
«Carte alla mano abbiamo rappresentato tutta la cronistoria delle azioni intraprese fin dal nostro insediamento, delle risposte ricevute e di quanto ancora è in corso, relativamente al P.O. di Scafati. Puntiamo all’attuazione del decreto ministeriale 70/2015, rivisto anche nel 2018 dal Governatore De Luca, con l’ospedale di Scafati che venne individuato sempre come presidio ospedaliero. Per cui la richiesta di pronto soccorso base che funge da filtro rispetto al pronto soccorso di primo livello di Nocera Inferiore, ingolfato dal numero di accessi, resta una soluzione tecnica naturale e fattibile per gli atti amministrativi che
restano in essere. Della riapertura, tra l’altro, si era parlato anche dopo la chiusura del pronto soccorso e la fine dell’emergenza covid. I lavori avviati, il concorso espletato, le assunzioni effettuate per il reparto di radiologia completato da mesi ci mettono nella condizione oggi di dover capire se la riapertura del pronto soccorso è una questione politica o una strategia tecnica di tipo sanitario di cui, a questo punto, vorremmo sapere le ragioni. La nostra è e sarà una battaglia per la città, al di là dei colori e delle appartenenze politiche. La presenza del consigliere Michelangelo Ambrunzo all’incontro di oggi a Roma va proprio in tale direzione
».

Mimit, DL Pnrr: Transizione 5.0, 6,3 miliardi per la sfida green e digitale delle imprese

0

Il Pnrr Transizione 5.0 è un piano di investimenti del governo italiano volto a facilitare la trasformazione digitale e green delle imprese. Fa parte dei piani nazionali finanziati all’interno del programma Next Generation EU e approvato dal Consiglio dell’Unione Europea.

Ecco gli elementi chiave del Pnrr Transizione 5.0:

  • Finanziamenti: Prevede circa 13 miliardi di euro in totale, suddivisi tra i 6,4 miliardi previsti dal bilancio italiano e i 6,3 miliardi messi a disposizione dal Pnrr.
  • Ambiti di intervento: Il piano si focalizza sulla trasformazione delle imprese con interventi su:
    • Transizione digitale: Investimenti in tecnologie innovative come cloud computing, intelligenza artificiale, banda ultra larga, blockchain, tecnologie 5G, analisi dei big data, e altro ancora.
    • Transizione ecologica: Supporto per l’adozione di modelli di economia circolare, l’incremento dell’efficienza energetica e la promozione dell’autoproduzione di energia rinnovabile.
  • Credito d’imposta È il principale strumento utilizzato. Le imprese potranno beneficiare di un credito d’imposta per gli investimenti nei settori strategici identificati dal Piano. La misura del credito d’imposta varia:
    • Investimenti 4.0 – 40% per i primi 2,5 milioni di investimenti, 20% fino a un tetto di 10 milioni, 10% oltre.
    • Investimenti green – 15% per i primi 20 milioni di investimenti, 10% oltre
  • Misura Transizione Green: A differenza della più conosciuta “Transizione 4.0”, questa misura prevede una riduzione degli investimenti ammissibili del 3% in termini di consumo energetico dell’unità produttiva (o del 5% se si mira ai processi interessati dall’investimento).

Come accedere al Pnrr Transizione 5.0:

Le imprese possono accedere ai finanziamenti attraverso bandi e agevolazioni. È importante essere a conoscenza delle scadenze e dei requisiti specifici per ciascuna misura.

Contesto

Il Pnrr e i relativi Piani di Transizione sono considerati un’opportunità per le imprese italiane, in particolare le PMI, di modernizzare i loro processi produttivi e acquisire un vantaggio competitivo a livello tecnologico ed ecologico.

Ulteriori informazioni

Per maggiori dettagli, consulta le fonti ufficiali:

INVESTMENTS & SERVICE s.r.l. UNIVERSITA’ POLITECNICA DELLE MARCHE Progetto Erasmus+ “BOOST”

 

Opportunità di formazione professionale sull’agricoltura di precisione:

potenziare le competenze del settore primario

in ambito di imprenditorialità, marketing, networking e digitale

L’impresa Investments&Service s.r.l. e l’Università Politecnica delle Marche (Dip. Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali) fanno parte del progetto europeo “BOOST”,coordinato dall’Università Aristotele di Salonicco (Grecia) e volto a rafforzare il settore primario sviluppando un programma di formazione avanzata basato sui principi dell’Agricoltura di Precisione sostenibile.

Il progetto, attraverso un ampio partenariato europeo fra organizzazioni di settori e discipline diverse, permette di creare un ponte fra l’istruzione superiore, la formazione professionale e la ricerca, nonché fra studenti, agricoltori e cooperative, in un quadro comune basato su metodi di formazione innovativi sull’agricoltura di precisione.

Il progetto tenta di colmare il divario tra ricerca e applicazione praticae di innovare il modello di produzione tradizionale rendendolo più digitale e sostenibile. In questa transizione, studenti e agricoltori avranno l’opportunità di formarsi sulle pratiche dell’agricoltura di precisione e interagiranno con aziende e ricercatori per identificare le principali problematiche e sfide del settore e sviluppare nuove idee o approcci imprenditoriali.

Il corso pilota si svilupperà fra il 2024 e il 2025 partirà e sarà rivolto a studenti universitari, imprenditori agricoli e altri operatori del settore primario provenienti da tutta Italia.

Il progetto “BOOST” (BOOSTing agribusiness acceleration and digital hub networking by an advanced training program on Sustainable Precision Agriculture) è un progetto Erasmus+ finanziato dall’Unione Europea attraverso il bando ‘Alleanze per l’Innovazione’.

“BOOST” coinvolge 13 partner provenienti da 7 paesi diversi (Grecia, Italia, Spagna, Slovenia, Bulgaria, Germania e Cipro). All’interno del consorzio, la Investments & Service s.r.l. e l’Università Politecnica delle Marche hanno il ruolo di contribuire alla definizione e allo sviluppo dei contenuti del corso, condividendo le principali buone prassi e lezioni apprese tratte dal contesto italiano e marchigiano.

_________________________________