Attualità Campania Italia Politica

CORONAVIRUS, SUPERATI I 50MILA MALATI. FRENATA NEI CONTAGI – IL BOLLETTINO

di Barbara Landi

Frenata nei contagi. Per il secondo giorno consecutivo subisce una flessione sia la curva delle nuove positività, sia quello delle vittime. Dai dati diffusi dal commissario Angelo Borrelli dal Dipartimento di Protezione Civile, emerge che sono 3.780 i positivi in più in 24 ore, mentre ieri erano 3.957. Le vittime in un solo giorno sono invece 601, mentre l’aumento domenica era stato di 651.

Sono 7.432 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 408 in più di ieri (ieri l’aumento era stato di 952).

Superati i 50mila malati di coronavirus in Italia. Sono complessivamente 50.418, con un incremento rispetto a ieri di 3.780: ieri l’aumento era stato di 3.957. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 63.927.

LOMBARDIA

Crescono ancora i numeri dei contagi di Coronavirus in Lombardia, ma il trend è in calo. L’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera ha comunicato che sono 1.555 i nuovi casi (ieri era +1.592), per un totale di 28.761. «Oggi è la prima giornata positiva di questo momento durissimo», ha detto Gallera. I decessi in 24 ore sono 320, con il bilancio totale salito a 3.776.

Il totale degli ospedalizzati si attesta su 9.266: è il primo caso in negativo, con un -173 rispetto a ieri. Crescono a 1.328, invece, i pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Si notano rallentamenti anche a livello provinciale: nel bergamasco si è registrato un +255, mentre nel milanese un +257 (ieri era +424), per un totale di 5.326 casi (2.039 solo a Milano). Nel lodigiano diminuiscono ancora i numeri, con un +45 rispetto a ieri e un totale di 1.817 casi. Nella zona del bresciano si registra un +588 , per un totale di 5.905 positivi, e nella provincia di Como un +69, per un totale di 581 casi.

IL MESSAGGIO DEL PAZIENTE NUMERO 1

Mattia, il paziente 1, ha lasciato un messaggio a tutti i cittadini ed è stato trasmesso durante la conferenza stampa: «Da questa malattia si può guarire – ha detto – ma è fondamentale restare a casa». Ha poi chiesto a tutti i media di rispettare la privacy della sua famiglia per tornare alla normalità.

I DATI REGIONE PER REGIONE

Sono 18.910 i malati in Lombardia (1.025 in più di ieri), 7.220 in Emilia-Romagna (+830), 4.986 in Veneto (+342), 4.529 in Piemonte (+402), 2.358 nelle Marche (+127), 2.301 in Toscana (+157), 1.553 in Liguria (+202), 1.414 nel Lazio (+142), 929 in Campania (+63), 771 in Friuli Venezia Giulia (+33), 914 in Trentino (+29), 688 in provincia di Bolzano (+40), 862 in Puglia (+114), 681 in Sicilia (+85), 605 in Abruzzo (+66), 556 in Umbria (+56), 379 Valle d`Aosta (+25), 343 in Sardegna (+6), 280 Calabria (+20), 50 in Molise (-2), 89 in Basilicata (+8).   

VITTIME REGIONE PER REGIONE

3.776 in Lombardia (+320), 892 in Emilia-Romagna (+76), 192 in Veneto (+23), 315 in Piemonte (+32), 203 nelle Marche (+19), 109 in Toscana (+18)212 in Liguria (+41), 49 in Campania (+20), 63 Lazio (+10), 54 in Friuli Venezia Giulia (+7), 37 in Puglia (+6), 29 in provincia di Bolzano (+6), 13 in Sicilia (+5), 38 in Abruzzo (+5), 16 in Umbria (+0), 12 in Valle d`Aosta (+3), 41 in Trentino (+6), 7 in Calabria (+0), 11 in Sardegna (+4), 7 in Molise (+0), uno in Basilicata (+1) .   I tamponi complessivi sono 275.468, dei quali oltre 160mila in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.

Aggiornamento ore 18 del 23 marzo 2020

RIPRODUZIONE RISERVATA