Campania

Buon compleanno Fiorenza Calogero

È un compleanno speciale quello di Fiorenza Calogero, che segna il bilancio dei grandi successi della sua carriera a 360 gradi e nuove progettazioni frutto di collaborazioni importanti.  Classe 78, cantante, attrice di spessore internazionale, dottoressa in management e comunicazione (dams bologna anno 2000), in musica spettacolo scienza e tecnologia del suono (conservatorio torrefranca di vibo Valentia anno 2019), specializzata in musicoterapia (conservatorio torrefranca di vibo Valentia anno 2017). Ricercatrice e promotrice della musica del sud. Ha studiato canto con Danilo Rigosa. Ha iniziato la sua carriera nel ‘98 con la gatta cenerentola di Roberto de Simone.  Ha in attivo 5 dischi da solista di cui l’ ultimo “Nun tardare sole” scritto e diretto da Enzo Avitabile.  Ha collaborato discograficamente con vittorio Grigolo, urna, Cristina Branco, sul palcoscenico con Pino de Vittorio, Alessandro Safina, L Arpeggiata di Cristina Pluhar, Lino Vairetti, Peppe Barra, Peppe Vessicchio, Enzo Gragnaniello, Eugenio Bennato, Carlo Faiello , Marcello Colasurdo, Sal da Vinci, Daniele Sepe, Pericle Odierna, a teatro con Mariano Rigillo, Gino Rivieccio, Maurizio Casagrande, Cristina Donadio, Antonio Calenda, Armando Pugliese. Solo per citarne alcuni.  Due film che hanno segnato emozioni e commozioni in cui Fiorenza, splendida musa, ha fatto sognare il pubblico: Passione,  di John Turturro e Enzo Avitabile; Music Life, regia del premio Oscar Jonathan Demme. È stata protagonista dei maggiori festival nazionali e internazionali solo per citarne uno, il Festival di Avignone. 
Fiorenza ha girato il mondo intero con la sua arte portando la voce di Castellammare e Napoli ovunque. Direttore artistico, ideatrice e organizzatrice di festival di grande successo tra i quali: le tre edizioni di Migrazioni Sonore Festival delle Culture Musicali del Mondo a Montefalcione; I edizione di Napoli Dea Madre a Napoli per il forum delle culture; le due edizioni di Irpinia Terra di Mezzo a Roccasanfelice dove Fiorenza ha dimostrato le sue grandi qualità anche dietro le quinte.  Attivista per i più deboli e per la legalità, grande il suo impegno per i ragazzi diversamente abili, per le comunità degli immigrati, contro la politica corrotta;  grande promotrice sulla prevenzione dopo un cancro al seno. In 20 anni di attività le sono stati conferiti tanti premi come eccellenza campana nel 2018 premio Masaniello. Non dimenticando le due pagine che Pietro Gargano le ha dedicato nell’ enciclopedia della canzone napoletana. produttrice la sua migrazioni sonore productions opera nel settore dal 98 Tra i nuovi progetti anche una grande novità da imprenditrice: a settembre nascerà il suo brand “Fiorenza Collezioni Sartoriali Made in Napoli” caftani disegnati da lei che rispecchiano lo stile portato in scena. Il logo di tutte le sue produzioni e creazioni è il tatuaggio che ha sulla spalla sinistra a raffigurare un’ araba fenice perché Fiorenza risorge sempre e vincente dalle sue ceneri.  Una donna, mamma, artista intelligente  e determinata che è l’ orgoglio ed il vanto dell’Italia, del Sud nel mondo. Una cosa è certa, se nn fosse nata in Italia sicuramente avrebbe raccolto di più dai suoi sacrifici. A Fiorenza, buon 41esimo compleanno di nuovi traguardi!