sabato, 4 Febbraio, 2023
Home Blog

Legambiente festeggia il “Modello Baronissi”, la città leader dei comuni ricicloni

Questa mattina, alle 9:30, a Baronissi, si festeggiano i vent’anni di raccolta differenziata.

Dall’1 % degli inizi del 2000 all’86 % del 2022, Baronissi è la prima città campana e del centro Sud Italia nella speciale classifica dei “Comuni Ricicloni” di Legambiente.

All’evento promosso in collaborazione con Legambiente sarà raccontato e ripercorso il “modello Baronissi“.

Presenti il sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante, l’assessore all’ambiente Alfonso Farina, la presidente di Legambiente Campania Maria Teresa Imparato, il direttore regionale di Legambiente Michele Buonomo, Carlo Di Domenico di Microambiente srl, l’ex ministro della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile Edo Ronchi e il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola.

In collegamento con Radio Base, durante il programma di informazione Bnews, il direttore regionale di Legambiente Michele Buonomo e il responsabile area sud di Conai (Consorzio nazionale Imballaggi) Fabio Costarella.

Scenari Pagani, protagonista Mimmo Borrelli

Mimmo Borrelli torna a Scenari pagani e lo fa con un omaggio a Eduardo.

Appuntamento con Il Gelo, sabato 4 febbraio, alle 20:45 presso l’Auditorium S. Alfonso M. de Liguori in Pagani.

Grande attesa in città per accogliere il più grande drammaturgo italiano vivente.

La Cupa, Napucalisse, ‘A Sciaveca sono opere che non hanno bisogno di presentazioni. Ciò nonostante, Mimmo Borrelli non si sottrae mai a nuove avventure.

Il Gelo è un regalo a Nicolantonio Napoli e a Scenari pagani 25.

Unico spettacolo in provincia di Salerno, dopo il debutto a Efestoval – Il Festival dei vulcani, nello scorso settembre alla Chiesa delle Anime Pezzentelle a Napoli.

Un’occasione da non perdere. Come al solito, a precedere la quarta serata della kermesse, alle 20:30, l’AperiSpettacolo a cura di Ritratti di territorio.

Lo spettacolo

Il Gelo è un lavoro intimo e pieno di gloria, con un impianto scenico dato da pochi elementi di grande efficacia per accogliere con umiltà la voce di Eduardo De Filippo, a conclusione.

Reso da Borrelli con grazia e potenza, ha un incipit sulla solitudine della scrittura.

Eduardo amava comporre poesie durante le pause che gli concedeva l’attività teatrale e l’attore lo immagina tra le quattro mura del suo camerino, intento a fissare su carta i suoi pensieri.

Saranno tre i personaggi a cui darà voce Mimmo Borrelli per definire il senso narrativo della sua performance: Vincenzo De Pretore, un ladruncolo in cerca di un santo protettore; Baccalà, un guitto che vive alla giornata recitando per strada; Padre Cicogna, un prete che abbandona l’abito talare per sposarsi. Tre storie diverse segnate da un comune destino di morte.

Questi personaggi, come il culto tutto napoletano delle anime pezzentelle, richiamano la dimensione tragico-popolare della Napoli messa in versi da Eduardo.

La poesia “Il gelo”, composta per l’occasione dallo stesso Mimmo Borrelli, è un sincero e appassionato tributo che Borrelli ha voluto dedicare a Eduardo.

Per prenotarsi e avere ulteriori informazioni, andare sul sito www.casababylon.it, scrivere alla mail info@casababylon.it oppure telefonare al numero +39 328 907 4079.

Il costo del biglietto è di 15 euro.

Stabilizzazione precari Asl Salerno, Fials provinciale in pressing. Il commento di Carlo Lopopolo

Il segretario provinciale del sindacato Fials Salerno (Federazione Italiana Autonoma Lavoratori Sanità), Carlo Lopopolo, in una lettera all’Asl di Salerno, ha chiesto chiarimenti in merito alla mancata sottoscrizione dei contratti di lavoro individuali a tempo indeterminato dei lavoratori che hanno raggiunto i requisiti di stabilizzazione, con i 18 mesi previsti dalla legge.

«Va sottolineato che la delibera numero 1.404 del 07 dicembre 2022 dell’Asl, infatti, individuava gli operatori ammessi alla procedura di stabilizzazione e dichiarava tale provvedimento immediatamente esecutivo. Oltretutto, in un recente accordo sindacale del 21 dicembre scorso emerge dal verbale quanto segue: “sottoscrizione dei relativi contratti di lavoro individuali a tempo indeterminato entro e non oltre il 31 gennaio 2023”.  Quindi veniva definito un termine perentorio e definitivo che, purtroppo, difficilmente verrà rispettato».

«Sono procedure di stabilizzazione che, va sottolineato, nelle altre aziende avvengono in automatico o quasi. Come sindacato riteniamo che tali “ritardi” o “criticità burocratiche” non siano assolutamente tollerabili, considerato che si tratta di operatori sanitari che, alla pari degli altri, garantiscono il mantenimento del nostro Sistema sanitario nazionale”, ha continuato Lopopolo».

«In caso di mancata risoluzione della problematica, entro il 2 febbraio, il sindacato procederà ad indire lo stato di agitazione», ha concluso il segretario provinciale della Fials.

In diretta a Radio Base, durante il programma di informazione quotidiano Bnews, Lopopolo ha commentato la vicenda:

Carlo Lopopolo

Salerno, agente aggredito da un detenuto in ospedale. Le parole di Ciro Auricchio

Al reparto detentivo dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, un agente della polizia penitenziaria è stato aggredito da un detenuto.

Come ha reso noto l’USPP (Unione Sindacati Polizia Penitenziaria), l’agente ha riportato diversi ematomi al labbro e al volto, con i sanitari che hanno stimato i tempi di guarigione in circa 15 giorni.

In diretta a Radio Base, durante il programma di informazione quotidiano Bnews, è intervenuto il segretario regionale USPP per la Campania, Ciro Auricchio, che ha commentato la vicenda.

L’intervista completa:

Ciro Auricchio

Ciliegia di Bracigliano nuovo marchio IGP. Il commento di Enzo Tropiano di Coldiretti Salerno

In diretta a Radio Base, durante il programma di informazione quotidiano Bnews, in collegamento Enzo Tropiano di Coldiretti Salerno.

Tropiano ha delineato la situazione del comparto agroalimentare in Campania, alla luce del sopraggiunto riconoscimento dell’IGP alla Ciliegia di Bracigliano.

L’intervista completa:

L’INFERNO DI DANTE

L’inferno di Dante, ideato e diretto dall’autore e regista Domenico Maria Corrado.

Una fedele rappresentazione della più grande opera del Sommo Poeta la Divina Commedia raccontata da eccellenti attori di origini Campane e Napoletane appartenenti alla Compagnia Tappeto Volante.
Un progetto culturale nato circa diciassette anni fa, ha trasformato le edizioni precedentemente realizzate nelle Grotte di Pertosa, Grotte di Castelcivita e nel Museo del Sottosuolo di Napoli, in uno straordinario successo.
Proprio questo clamoroso successo ha spinto la Compagnia a realizzare ulteriori eventi nel cuore del centro storico di Napoli che dureranno tutto il 2023.
Lo spettacolo itinerante al Lapis Museum di Piazzetta di Pietrasanta in Napoli, è strutturato con accessi per singoli gruppi di circa 30/35 unità, con la guida di Dante in persona, ci si inoltra nei cuniculi scavati nelle viscere della città Partenope, passando dalla Cisterna Greco-Romana alla Piscina del Principe, dalla Cava di Tufo al Ricovero Antiaereo, dalla Sala della Luna alla sala dei Bombardamenti. Un percorso lungo circa 900 metri e 40 di profondità, con una durata media per ogni spettacolo di circa 1 ora e 30.
Una rappresentazione scenica ambientata in un luogo suggestivo e caratteristico che fa da cornice al tema, con la sensazione ed il fascino di entrare nell’immaginario Dantesco e nel ventre della terra percorrendo i 9 gironi dell’Inferno, una realtà contemporanea al vissuto e l’immaginario del Poeta da vivere in prima persona e al suo fianco. Il pubblico, guidato da Dante, incontra il suo maestro Virgilio, inviatogli in soccorso dall’amata Beatrice; il cane a guardia dell’inferno: Cerbero; Ascolterete nel quinto canto Amor, ch’a nullo amato amar perdona e la struggente storia di Francesca da Rimini e Paolo Malatesta, attraverserete gli altri gironi incontrando Ulisse, “fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza”, apprendendo della sua storia come immaginato dal sommo Poeta e altri celebri personaggi interpretati da eccellenti attori, che ne formano parte integrante. Sceneggiature svolte in ambienti diversi con colori e luci ad effetto, i versi decantati nel fiorentino di Dante dagli attori alla perfezione, in scenici costumi. Infine incontrerete il Conte Ugolino che piange la sua diperazione e Lucifero, il male assoluto, rappresentato in modo tale da indurre a riflettere sulla coscienza di tutti noi, sulla vita degli uomini e sulle atrocità.

L’intento dell’autore Domenico Maria Corrado non è quello di insegnare ma di stimolare la lettura e lo studio di Dante e della Divina Commedia e, di sicuro, ha centrato l’obiettivo.

Tappeto Volante organizza spettacoli serali per un pubblico adulto (o famiglie) e spettacoli mattinieri per bambini e scolaresche, il calendario orari ed eventi è facilmente fruibile consultando sito dell’associazione: www.tappetovolante.org oppure attraverso le pagine dei principali social network.

L’evento è organizzato in una location suggestiva, consona al tipo di rappresentazione.
Avendo partecipato in prima persona, posso fermamente consigliare di vivere questa esperienza per differenti motivi: costo del biglietto contenuto, accessibile a molti, con riduzioni per scolaresche e bimbi sotto i 12 anni; esperienza culturale interessante e significativa per persone di qualsiasi età, anche per i più anziani facilitati da un’ascensore funzionante che riporta all’ingresso; una rappresentazione itinerante, per niente noiosa, piena di aspettative e curiosità; staff cordiale e disponibile, durante la rappresentazione è possibile scattare delle foto, anche in compagnia dei carismatici e preparatissimi attori. L’evento funge da attrattore per altre realtà culturali e culinarie circostanti, immediatamente vicina a “Napoli Sotterranea, Chiesa di San Domenco Maggiore, Complesso Museale Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, Museo Cappella Sansevero”. Da non perdere inoltre le prelibatezze culinarie offerte dalle pizzerie e ristoranti locali che propongono pietanze della tradizionale cucina Napoletana. Lungo i vicoli del centro storico inoltre, è possibile ammirare le bellezze tipiche e caratteristiche del contesto Partenopeo, vivere e respirare la cultura locale, bere ottimi drink e assaggiare i taralli caldi appena sfornati dalle “Tarallerie” artigianali.

Marchi UE: Coldiretti, la ciliegia di Bracigliano è IGP

Con la pubblicazione di ieri, sulla Gazzetta Ufficiale Europea (GUUE), del regolamento di esecuzione della Commissione europea di riconoscimento del marchio comunitario, si è concluso l’iter per il riconoscimento dell’IGP (Indicazione Geografica Protetta) alla Ciliegia di Bracigliano.

Patrimonio genetico frutticolo campano, la Ciliegia di Bracigliano è la 28esima DOP/IGP della Campania, sedicesima del comparto ortofrutticolo.

L’IGP si pone l’obiettivo di potenziare commercialmente un prodotto e un comparto che ha già una sua rinomanza presso i consumatori, tutelando e valorizzando un territorio, quello della Valle dell’Irno e del Montorese, composto da 14 Comuni delle province di Salerno e Avellino.

Un territorio tradizionalmente vocato alla produzione di ciliegie, considerate da sempre di assoluta qualità anche organolettica.

Sono circa duecento, infatti, le aziende interessate alla produzione, e una decina i confezionatori per una superficie interessata di oltre 150 ettari.

L’areale produttivo della Ciliegia di Bracigliano IGP è identificata nel disciplinare con i territori dei comuni di Baronissi, Bracigliano, Calvanico, Castel San Giorgio, Cava de’ Tirreni, Fisciano, Mercato San Severino, Pellezzano, Roccapiemonte, Siano, Contrada, Forino, Montoro e Moschiano.

«Un’altra freccia all’arco della nostra straordinaria regione che si conferma terra di eccellenze e soprattutto di grande biodiversità. Le produzioni agroalimentari che conquistano i marchi europei diventano bandiere del made in Italy nel mondo. Le Dop e le Igp sono un argine contro le truffe e un garanzia per il consumatore nei mercati nazionale ed esteri, spingendo l’export», ha commentato il direttore di Coldiretti Campania, Salvatore Loffreda.

Infatti, con un aumento del 14% è record storico per l’export agroalimentare italiano fuori dall’Unione Europea, dove ha raggiunto il valore di 26 miliardi nel 2022, pari a oltre il 43% del totale delle esportazioni.

Questo è quanto emerge dalle stime della Coldiretti nel commentare i dati Istat sul commercio estero Extra Ue, relativi al mese di dicembre.

A spingere il Made in Italy sulle tavole fuori dai confini comunitari è la forte domanda degli Stati Uniti, in salita del 20%.

Si registrano risultati positivi anche nel Regno Unito, con un +18% che evidenzia come l’export tricolore si sia rivelato più forte della Brexit, dopo le difficoltà iniziali legate all’uscita dalla Ue.

Balzo a doppia cifra anche nella Turchia di Erdogan (+23.%), mentre è dato negativo in Cina, con un calo del 20%, e in Russia, con un -5% fra sanzioni, guerra e pandemia Covid.

Noi con Nocera Attiva: «Il centro antiviolenza deve proseguire le sue attività»

Il consigliere comunale di Nocera Inferiore Vincenzo Pasquale Sellitto ha richiesto la convocazione delle Commissioni ConsiliariPolitiche Sociali e dei Servizi alla Persona” e “Pari Opportunità” per discutere la necessità della prosecuzione delle attività del “Centro Antiviolenza“.

Il componente del gruppo consiliare “Noi con Nocera Attiva“, opposizione a Nocera Inferiore, pone l’attenzione sulle attività del centro, che coinvolgono attualmente 19 donne.

In particolare, sulla necessità di assicurare la continuità del progetto e scongiurare l’interruzione delle attività dello sportello, la cui scadenza contrattuale è fissata per il prossimo mese di marzo.

Il focus è soprattutto sulle donne più fragili, che vivono in ambienti difficili, poco istruiti, dove risulta ancora più difficile trovare la forza di denunciare.

Salerno, arrestato un giovane spacciatore

La Polizia di Stato ha arrestato un giovane spacciatore nel centro di Salerno.

Nella serata di sabato, nella zona del Lungo Irno, gli agenti della Polizia di Stato della Questura di Salerno hanno notato un’autovettura con due giovani a bordo con una condotta di guida scorretta.

I due sono stati fermati dai poliziotti e controllati.

Uno dei due, M.A., ventenne di Mercato di San Severino, è stato trovato in possesso di droga, nascosta nel giubbino.

In particolare, si tratta di quattro dosi di hashish pronte alla vendita e complete di
indicazione del prezzo, oltre a varie banconote.

Nell’abitazione dello stesso, inoltre, gli agenti della squadra mobile hanno trovato un panetto di hashish corrispondente al peso di circa 56 grammi, e un bilancino elettronico.

Quindi, gli agenti della squadra mobile hanno arrestato il soggetto, ponendolo a
disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ha fissato l’udienza di convalida, questa mattina, per direttissima.

Tutto pronto per la festa Saint Valentin in Love

In diretta a Radio Base, durante il programma di informazione quotidiano Bnews, don Alessandro Cirillo.

Il parroco di San Valentino Torio ha presentato la festa “Saint Valentine in Love“, in programma proprio a San Valentino dal 10 al 14 febbraio.

L’intervista completa: